Continuano a registrarsi incidenti sulla strada statale 106 in Calabria. Dopo l'incidente che è stato registrato ieri a Reggio Calabria in cui è stato segnalato un ferito, nella notte tra il 16 e 17 luglio 2016 un forte impatto è avvenuto a Rossano. L'incidente è avvenuto tra una macchina e un autobus e il bilancio è di un morto. Vediamo tutte le informazioni che sono emerse in seguito all'impatto e ai rilievi delle forze dell'ordine.

Impatto tra un autobus Romano e un'Audi

L'incidente è avvenuto tra un'auto che proveniva da Corigliano Calabro e un autobus. I due mezzi si sono violentemente scontrati e il conducente dell'auto ha perso la vita.

Pubblicità
Pubblicità

Il tutto è avvenuto nei pressi di Rossano, vicino al Bowling al ponte sul Cino. La vettura era un'Audi di colore grigio mentre l'autobus era della ditta Romano. L'impatto è stato tanto violento che la tragedia è stata sfiorata. Il bilancio infatti poteva essere ancora peggiore. Sul posto sono giunti i sanitari del 118 e la polizia stradale per raccogliere gli elementi necessari a ricostruire la dinamica dell'incidente e per mettere in sicurezza la strada, già altamente pericolosa soprattutto di notte.

Nello scontro è morto un professore di 61 anni

La vittima è un professore di 61 anni. Si chiamava Francesco De Salvo ed era originario di Francavilla Marittima; risiedeva a Rossano poiché insegnava all'Istituto Tecnico Industriale. Partendo dall'anno 2016, De Salvo rappresenta la quattordicesima vittima della strada statale 106.

Pubblicità

A comunicare la morte dell'uomo e il grave incidente è stata l'Associazione 'Basta vittime sulla strada statale 106'. Il gruppo associativo ha invitato alla prudenza tutti gli automobilisti e ha mostrato grande disponibilità a dare maggiori informazioni nelle prossime ore sull'accaduto. Unitamente a questo, l'associazione si unisce al dolore della famiglia che ha perso una persona cara in circostanze tragiche e drammatiche. In attesa di ulteriori dettagli sul sinistro vi invitiamo a aggiornarvi con le nostre news cliccando sul tasto segui in alto. #Cronaca Cosenza #cronaca nera