Due terribili tragedie si sono consumate a Cosenza: una su un campo di calcetto ed un'altra nella clinica Sacro Cuore. Un ragazzo di appena trentuno anni si è spento mentre giocava tranquillamente a calcetto con i suoi amici. Amici e familiari sono disperati e addolorati per quanto accaduto. Al Sacro Cuore invece una bambina è morta subito dopo il parto. Vediamo i dettagli di queste orribili tragedie che si sono consumate.

E' morto accasciandosi al suolo

Armando Zicarelli stava praticando il suo sport preferito con degli amici. Giocava a calcetto quando all'improvviso si è accasciato al suolo e il suo cuore ha cessato di battere.

Pubblicità
Pubblicità

L'uomo era proprietario di una nota yogurteria della città. Al momento della tragedia stava giocando al campetto dello Sporting di Mendicino. Purtroppo per lui nessuno ha potuto fare niente per aiutarlo e la sua vita è stata stroncata per un infarto improvviso. Sul posto sono giunti immediatamente i sanitari del 118 ma non hanno potuto fare altro che accertare il decesso. Armando lascia la moglie e anche la figlia di appena un anno di vita. La tragedia è stata immane vista anche la giovane età del ragazzo.

Commovente è stato il messaggio della moglie di Armando. La donna ha scritto di non sapere chi le abbia dato la forza per scrivere il post sui social network, ma era consapevole che stesse facendo una cosa giusta. Era uno splendido ragazzo ed è giusto che tutti i suoi amici possano dargli l'ultimo saluto.

Pubblicità

La moglie del 31enne ha scritto: 'Il mio Armando ci ha lasciato per sempre'. La donna ha continuato, affermando di non sapere dove trovare la forza per andare avanti. Non sa nemmeno se riuscirà a portare avanti la loro attività. Ha terminato il tutto con un messaggio d'amore: 'Amatevi finchè siete in vita amici'.

Altra tragedia nel cosentino

Nella giornata di oggi 27 Luglio, vari quotidiani hanno registrato un'altra tragedia. A Cosenza, presso la clinica Sacro Cuore, è morta una neonata a poche ore dal parto. Si presume si tratti di un caso di malasanità. La donna aveva infatti finito la gestazione e si era recata in clinica. Il parto le è stato indotto visto che i dolori non si presentavano. Qualcosa non è andato come previsto e la donna è stata sottoposta a parto cesareo. Purtroppo la bambina ha avuto gravi problemi ed è stata trasportata presso la terapia intensiva neonatale dell'Annunziata di Cosenza. La piccola è deceduta dopo poche ore, dopo un leggero miglioramento. #tragedia cosenza #Cronaca Cosenza #cronaca nera