Una terribile tragedia si è verificata in Calabria. Nella provincia di Cosenza, nella tarda serata di domenica 16 ottobre, c'è stato un violento scontro automobilistico. Il bilancio del sinistro è davvero preoccupante. Si contano ben quattro feriti ed è stato registrato anche un morto. Il sinistro si è verificato sulla strada provinciale che collega Roggiano con lo scalo di San Marco Argentano. Cerchiamo allora di capire la dinamica dell'incidente in base ai dettagli già trapelati.

Un uomo perde la vita, mentre quattro persone restano ferite

L'incidente è stato davvero violento. La vittima, Aldo Basile, viaggiava a bordo della sua Opel Corsa e procedeva in direzione Scalo. Nella vettura era presente anche sua moglie, che è rimasta ferita. Nell'opposta direzione, ossia verso Roggiano, viaggiava una Ford Focus al cui interno erano presenti tre persone.

Pubblicità
Pubblicità

Si tratta di un uomo di cinquantasei anni e dei suoi tre figli. Non si sa ancora cosa abbia provocato lo scontro tra le due auto.

La dinamica esatta di quanto accaduto sarà chiarita dalle forze dell'ordine, ma, quel che è certo, è che l'impatto è stato terribile. Da quanto emerso finora si è trattato di uno scontro frontale nei pressi di un ristorante - tavola calda. Lo scontro è stato talmente forte da esser sentito da molti abitanti del posto. Questi ultimi hanno allertato immediatamente i sanitari del 118 e anche i carabinieri chiamando il 112. Due ambulanze sono subito giunte sul posto a sirene spiegate per soccorrere le persone coinvolte nell'incidente.

Aldo Basile, di 61 anni, sarebbe morto sul colpo lasciando al moglie e due figli. Sua moglie invece è rimasta seriamente ferita e sarà necessario un intervento chirurgico.

Pubblicità

I quattro feriti sono stati dislocati tra gli ospedali di Cosenza e Castrovillari.

Aldo Basile era molto stimato sia a San Marco Argentano, di cui era originario, che a Torano Castello, dove aveva la sua residenza. All'ospedale è stata disposta l'autopsia. La salma è stata poi riconsegnata alla famiglia per la camera ardente. Ulteriori dettagli sulla dinamica di quanto accaduto emergeranno a breve. #Cronaca Cosenza #Cronaca