La nuova formazione obbligatoria rappresenta una delle incognite che preoccupano maggiormente i docenti. Sono molte le domande che si pongono gli insegnanti a partire dal numero di ore, anche perchè la legge non ha previsto alcun tetto.

Il Piano Nazionale formazione docenti 2016-2019, questo almeno è noto, ha individuato nove obiettivi da raggiungere e tra questi possiamo citare l'inclusione scolastica, l'autonomia didattica, le lingue (a cui si darà particolare importanza), l'alternanza #Scuola-lavoro e il digitale.

Ultime notizie scuola, piano formazione docenti: quante ore e come funzionerà?

Ci si chiede anche quante ore saranno di 'presenza' e quante online.

Pubblicità
Pubblicità

Pur riconoscendo che la formazione rappresenta un elemento indispensabile per il docente, è anche vero che tutto ciò imporrà un importante e ulteriore aggravio di lavoro che si andrà ad aggiungere alle attività legate alle funzioni collegiali e alle altre mansioni da svolgere.

Il comma 124 della legge 107 non lascia troppo spazio alle interpretazioni: si parla, infatti, di 'formazione obbligatoria, permanente e strutturale'. Il fatto che si parli di obbligatorietà, ciò non significa che si debbano per forza svolgere un tot numero di ore: l'obiettivo è quello di tenere comunque fede agli obiettivi richiesti dal piano.

C'è da sottolineare, comunque, che solamente nella scuola si tende ad accettare, diciamocelo pure con una certa dose di rassegnazione, impegni supplementari senza che questi, in qualità di lavoro aggiunto, vengano disciplinati dal contratto.

Pubblicità

Il nuovo Piano formazione docenti e il Portfolio digitale: seminario a Cosenza

Dei suddetti aspetti nonchè della richiesta della Carta del docente, si parlerà durante il seminario intitolato 'Il nuovo Piano di formazione docenti e il Portfolio digitale', organizzato da Confintesa Scuola per lunedì 5 dicembre a Cosenza presso il liceo scientifico G.B. Scorza (orario dalle ore 10 alle ore 12). Come riportato dal sito specializzato 'Orizzonte Scuola', gli argomenti che verranno trattati dalla segretaria generale di Confintesa Scuola, Adele Sammarro, saranno incentrati sui diversi aspetti che lo caratterizza. A tutti coloro che parteciperanno verrà rilasciato un attestato e la presenza al seminario permette l'esonero dal servizio ai sensi della normativa vigente.