Tanta paura ma nessuna conseguenza per un volo della compagnia Low-Cost britannica EasyJet Airline Company in partenza dallo scalo di Milano Malpensa e giunto regolarmente all'aeroporto "Sant'Eufemia" di #lamezia terme. Un fulmine avrebbe, infatti, colpito il vettore che si apprestava a svolgere la fase di discesa verso lo scalo calabrese. A renderlo noto è stata la stessa compagnia con una nota pubblicata nelle ultime ore appositamente per complimentarsi dell'ottima gestione dell'inconveniente e dei passeggeri con la società Sacal GH che attraverso il suo personale gestisce lo scalo calabrese.

Paura senza conseguenze

Nonostante il continuo monitorare delle condizioni di volo è stato inevitabile l'impatto di un fulmine sul vettore partito dallo scalo milanese e diretto in quello di Lamezia Terme. Un aeroporto quello calabrese con numeri in continuo aumento come riportato dalla stessa compagnia di volo, che nell'anno 2016 ha chiuso con un incremento di passeggeri rispetto all'anno precedente pari al 5,3%. Un fattore non trascurabile rimane però la contestuale chiusura dello scalo di Crotone, l'aeroporto "Sant'Anna" che mediante la compagnia concorrente irlandese, la Ryanair, copriva la stessa tratta con un volo destinato però allo scalo di Oro al Serio (Bergamo) almeno fino alla fine del mese di ottobre 2016.

Una vicenda che ha comunque confermato gli alti standard di sicurezza raggiunti dalle compagnie di volo e dal personale di terra altamente preparato a gestire ogni genere di evenienze.Il problema legato alla sicurezza negli scali è stato in gran parte affrontato anche a causa dei fatti successi a seguito degli attentati dell'11 settembre 2001. Una sicurezza raggiunta in termini di controlli e negli ultimi anni per quello che concerne l'affidabilità dei vettori che non sembra avere eguali al paragone con gli altri mezzi di trasporto. La contestuale nascita di compagnie Low-cost ha reso ormai d'uso comune lo spostamento via rotta aerea su tutto il territorio della penisola. #easyget