Una terribile notizia è avvenuta nella regione Calabria ed esattamente nella provincia di Cosenza. Qui una lite per futili motivi poteva trasformarsi in una tragedia. Per fortuna la tragedia è stata solo sfiorata ma il 22enne è stato accoltellato ed è finito in ospedale. Il ragazzo è stato sottoposto ad un intervento chirurgico ma non sarebbe in pericolo di vita. Vediamo tutti i dettagli che sono emersi.

Pubblicità

Il 22enne è stato accoltellato per un post sui social network

Il tutto è accaduto nel pieno centro di Cosenza ed esattamente presso il centro commerciale Due Fiumi. Il tutto è avvenuto ieri 15 marzo intorno alle ore 19:30.

Pubblicità

Il ragazzo di ventidue anni è stato accoltellato al basso ventre in seguito ad un'accesa discussione. La lite è stata scaturita da un post sui social network che l'aggressore aveva ritenuto offensivo. L'autore del folle gesto è stato un ventiseienne che immediatamente è stato bloccato dalla Squadra Mobile. Il ventiduenne è stato ferito ed è stato subito trasportato in ospedale dove ha subito un duro intervento chirurgico. Per fortuna il ragazzo non sarebbe in pericolo di vita. La Squadra mobile ha fatto tutte le ricerche del caso e ora sta svolgendo tutte le indagini del caso per ricostruire la dinamica di quanto accaduto. Delle prime ricostruzioni che sono state effettuate dalle forze dell'ordine i due ragazzi si trovavano poco distanti da via Trieste quando intorno alle 19:30 avrebbero iniziato a litigare in maniera molto accesa. Tra una parola e l'altra, tra un insulto e una parolaccia i due hanno iniziato a spingersi e strattonarsi. Ad un certo punto il 26enne estrae dalla tasca un coltello e lo ha conficcato nell'inguine del ventiduenne.

Pubblicità

Lo avrebbe prima ferito e successivamente si sarebbe dato alla fuga. Il personale del 118 è stato subito allertato e velocemente sono giunti sul posto per prestare i soccorsi del caso. I poliziotti si sono subito lanciati per inseguire l'aggressore e lo hanno acciuffato e denunciato per lesioni personali e per porto d'armi illegale. #Cronaca