Anche la Segreteria FPCGIL Reggio C. - Locri, diffida l’Ente Regione a intervenire in tempi brevi per risolvere nel migliore dei modi tutti i disagi causati dalla semplicistica decisione del Vicepresidente Antonio Viscomi di voler trasferire tutti gli Uffici regionali del territorio provinciale, ubicati in sedi private, presso la struttura di proprietà della Regione Calabria, ubicata in Via Modena 1/a.

Ad ognuno le proprie responsabilità

La CGIL FP ritiene ingiusto addossare soltanto agli Uffici regionali preposti alle operazioni di trasferimento le responsabilità e i disagi causati ai colleghi trasferiti in massa presso un’unica struttura, non adeguatamente predisposta a ricevere gli oltre 150 dipendenti regionali.

Pubblicità
Pubblicità

La sistemazione promiscua di Funzionari e Impiegati, in locali tipo call-center, dalle dimensioni inadeguate alle necessità dei lavoratori, specialmente per quelli del Genio Civile che nei giorni di Lunedì e venerdì, per giunta, sono costretti a ricevere il pubblico all’interno degli stessi locali, nell’assoluta mancanza di privacy, non è delle migliori. Neanche l’area destinata ai parcheggi è sufficiente ad accogliere le oltre centocinquanta autovetture che nei giorni di ricevimento del pubblico si raddoppiano, creando notevoli disagi anche alla viabilità esterna comunale e ai mezzi di soccorso.

'Fitti zero', disagi tanti

Sembrerebbe che, l’Ente Regione, nel decidere di risparmiare sui fitti, non abbia tenuto conto di tutte le difficoltà annesse e connesse che ne sarebbero scaturite. Per tale motivo, la FPCGIL reclama l’intervento urgente del Governo regionale, al fine di creare le condizioni minime necessarie a garantire luoghi di #Lavoro sicuri e aree parcheggio adeguate a soddisfare le attese dei lavoratori.

Pubblicità

Il progetto “Fitti zero” a Reggio Calabria, prevede la realizzazione di una piccola “Cittadella” della Giunta regionale, nell’area in Via Modena, in cui è ubicato il fabbricato appartenente al patrimonio regionale, ove, però si trovano anche gli Uffici della SORICAL, la società che ha in gestione gli acquedotti calabresi e che a dire del Sindacato CGIL dovrebbero essere spostati in altra sede, poiché, al momento, sono soltanto ospiti della struttura regionale.

Un grande progetto ricco di inconvenienti

Sono molte le criticità che la Vicepresidenza della Giunta regionale avrebbe dovuto valutare prima di enfatizzare il progetto “Fitti zero” che, se da una parte fa risparmiare qualche milione di Euro alle casse regionali, dall’altra, mette in serie difficoltà tutto l’apparato burocratico periferico che ne patisce le conseguenze. Quello che la politica regionale vuol fare apparire come una grande progetto; di fatto è soltanto un altro grande fallimento del Governatore Mario Oliverio!! #Regione Calabria