Chissà se altri sindaci italiani seguiranno l'esempio del collega di Comiso (Ragusa)? Filippo Spataro, primo cittadino del centro siciliano, ha pubblicato su Facebook un filmato che ritrae alcuni suoi concittadini che gettano rifiuti per strada, contribuendo così a lordare il paese. Il video, apparso sul canale YouTube di Comiso, ha incassato molte visualizzazioni ed ha sollevato lo sdegno dei cittadini del piccolo centro in provincia di Ragusa. Spataro aveva già postato su Facebook il suo intento, riconducibile all'obiettivo di garantire ordine e pulizia nel paese che amministra.

Niente degrado a Comiso: l'obiettivo del primo cittadino

Un video che ritrae alcune persone che gettano rifiuti per strada e la canzoncina 'Siam tre piccoli porcellin'. Tutto ciò è stato pubblicato dal sindaco di Comiso su YouTube. Il filmato è stato ripreso dalle telecamere di videosorveglianza installate nei paraggi proprio per contrastare la piaga dell'abbandono spregiudicato dei rifiuti, anche pesanti, nella città siciliana. I protagonisti del video ovviamente sono stati multati. Per loro, oltre a una multa di 600 euro, anche la vergogna. Filippo Spataro ha più volte sottolineato di voler rendere il suo paese più pulito e decoroso, iniziando una crociata contro chi, come se nulla fosse, getta per strada anche rifiuti ingombranti come frigoriferi e televisori. Le strade di Comiso, secondo il sindaco, non devono diventare delle discariche.

Telecamere per sorprendere gli incivili

Forse i protagonisti del video postato su YouTube dal sindaco Spataro non sanno che gettare i rifiuti sulla strada, oltre ad essere un gesto eticamente riprovevole, che rende le città delle vere discariche, è anche vietato. Senza contare il danno che tali rifiuti creano all'ambiente e all'aria. Eppure esistono appositi cassonetti in cui riporre i rifiuti. Perché certa gente non li usa? Nonostante le multe salate, c'è chi, ancora, sfida le autorità e lancia scarti, anche pesanti sui cigli delle strade o in altri posti, più o meno appartati. Per arginare tale piaga, molti Comuni italiani, tra cui quello di Comiso, hanno installato telecamere di videosorveglianza per beccare gli incivili cittadini. #Cronaca Ragusa