Esiste un paese nel mondo a rischio zero per quanto riguarda le malattie cardiache. Stiamo parlando della #Bolivia e più precisamente del popolo dello Tsimane, che nasconderebbe un segreto.

Bolivia, popolo dello Tsimane

Secondo la ricerca effettuata dagli scienziati del Saint Luke's Mid America Heart Institute, un grande centro di ricerca cardiovascolare del Kansas City, la Bolivia e più precisamente la popolazione dello Tsimane vive senza rischio di contrarre patologie cardiovascolari ed è stata quindi definita la popolazione con il cuore più sano al mondo.

Il suo segreto consisterebbe nello stile di vita fisicamente attivo e nell'alimentazione, leggera e sana.

Pubblicità
Pubblicità

Il confronto tra gli Tsimane e altre 16 mila popolazioni del mondo è stato impressionante, sono stati prese in esame persone tra i 40 e i 94 anni di età, ed è emerso che addirittura un uomo di 80 anni abitante dello Tsimane, aveva il cuore molto più forte rispetto an un americano di 50 anni. Il valore che è stato preso in esame durante lo studio è stato quello del CAC [VIDEO]ovvero il calcio coronarico depositato nelle arterie, responsabile di ictus ed infarti. I boliviani sembrano non averne traccia al loro interno, mentre gli occidentali già a 45 anni ne hanno in percentuale ben il 25%.

Il segreto dei boliviani

Il popolo dello Tsimane ha una ricetta segreta per mantenersi così in forma, ovvero quella di praticare un intenso esercizio fisico e avere un'alimentazione sana che consisterebbe nel mangiare pochissima carne o pesce, ma molto riso, mais, frutta e noci.

Pubblicità

Apprezzati moltissimo sono alimenti come il platano, simile alla banana e la manioca. Si riposano solamente per il 10% del loro tempo, il restante viene utilizzato per restare in costante movimento attraverso l'attività di agricoltura, caccia e pesca. Secondo le ricerche effettuate, uomini e donne svolgerebbero gli stessi compiti e pensate che un boliviano compie in media ben 17 mila passi al giorno. Tutti i dati riportati sono stati pubblicati sulla rivista Lancet. #alimentazionesana #salute