Novità in arrivo per gli automobilisti e per Polizia di Stato e Carabinieri, impegnati per le mansioni inerenti alla vigilanza al regolamento stradale. Sono sempre più sensibili e all'avanguardia gli strumenti in dotazione alle forze dell'ordine, utilizzati per contrastare le violazioni al codice della strada. Stavolta però la svolta arriva grazie al nuovo ed innovativo strumento TruCam, attrezzatura che affiancata al Telelaser potrebbe mietere numerose vittime tra automobilisti distratti o inadempienti delle regole. Il suo funzionamento non lascia margine di errore e darà davvero filo da torcere, con il suo arrivo è prevista una vera e propria pioggia di #multe.

Pubblicità
Pubblicità

Gli autovelox non bastano più, la TruCam è il futuro

Quando l'utilizzo degli #Autovelox e degli altri strumenti per il controllo elettronico della velocità non bastano più, l'esigenza di punire chi viola le norme, porta alla costruzione di strumenti elettronici sempre più avanzati. Questo è il caso della TruCam, il nuovo strumento infatti, è stato ideato per essere affiancato al Telelaser ed ha la possibilità di rilevare infrazioni quali mancata assicurazione, omessa revisione, utilizzo delle cinture ed eventualmente anche la guida utilizzando lo Smartphone.

Il suo utilizzo, per quanto sia uno strumento molto sofisticato, è alquanto semplice: il Telelaser affiancato avrà il compito di rilevare anche a distanza, la velocità di un veicolo in arrivo, mentre la TruCam che è a tutti gli effetti una telecamera in grado di rilevare anche a distanze ragguardevoli, verificherà che non siano violate ulteriori norme del codice della strada.

Pubblicità

Pertanto, grazie all'utilizzo di questi strumenti, sarà possibile contestare multe inerenti a violazioni come: eccesso di velocità, uso delle cinture, guida al telefono, revisione e mancata copertura assicurativa.

Ridotti al minimo i margini di ricorso

Dopo il recente scandalo inerente all'utilizzo degli autovelox da parte di alcuni comuni, il bisogno di lealtà e trasparenza di fa sempre più indispensabile. Questo strumento elettronico è stato perfezionato al fine di ridurre al minimo l'errore di rilevazione, e di conseguenza, grazie ad un rilevamento fatto a distanza e sopratutto in sequenza, ridurre al minimo l'eventuale contestazione delle multe attraverso successivi ricorsi al giudice di pace o al Prefetto. Attualmente la TruCam è attiva nel Lazio ed in Sardegna, ma non si esclude che la strumentazione possesso essere estesa a tutte le restanti regioni italiane.