Sono tra i monumenti più maestosi e misteriosi al mondo. Le Piramidi d’Egitto continuano ancora oggi a far interrogare ricercatori e scienziati su quale fosse la loro reale funzione e soprattutto su come siano state costruite circa 4600 anni fa. Una teoria, per quanto stravagante possa sembrare, suggerisce che queste antiche costruzioni (la piramide di Giza in particolare) siano state costruite con una tecnologia impensabile per l’epoca [VIDEO], secondo i canoni standard dell’evoluzione. Inoltre, c’è un punto fondamentale da tener presente: la datazione. Benché si creda che i monumenti egiziani siano stati costruiti circa 4.600 anni fa, in realtà sarebbero molto più antichi di ben 8.000 anni, il che significa che la loro apparizione sul nostro pianeta risale a circa 12.500 anni fa.

Pubblicità
Pubblicità

Le piramidi costruite dagli alieni

Secondo la teoria degli antichi astronauti, "visitatori" di altri mondi arrivarono sulla Terra migliaia di anni fa e contribuirono all’evoluzione della razza umana. Questi esseri erano chiaramente evoluti ed avevano una tecnologia tale che i nostri antenati li confusero con entità divine, iniziando successivamente a venerarli (dando vita alle religioni moderne). I sostenitori della teoria aliena presentano varie prove a sostegno del loro pensiero. Ci sono due linee diagonali che si estendono dalle piramidi su entrambi i lati del Nilo e i primi egizi non potevano saperlo. “Qualcuno sorvolando la zona all’epoca, ha potuto osservare l’origine del delta del Nilo, e ha facilmente capito l’orientamento da dare alla piramide seguendo proprio quelle linee”, è possibile leggere sul sito outerworlds.com.

Pubblicità

Inoltre la Grande Piramide sarebbe allineata con il polo nord magnetico, cosa che all’epoca non potevano conoscere. “Come avrebbero potuto farlo senza neanche possedere una bussola?”, si legge sul sito cospirativo. Un altro elemento rilevante sarebbe la posizione delle tre piramidi, che combacerebbe perfettamente alle stelle della cintura di Orione, così come apparivano nel 10.500 a.C. Proprio collegando il periodo storico, gli evidenti segni di corrosione presenti sulla sfinge dovuti all’acqua, sarebbero plausibili se fosse stata presente circa 12.000 anni fa, quando il deserto del Sahara pullulava di vegetazione e le piogge abbondavano.

Le piramidi costruite dagli umani

Ma gli scettici non sono d’accordo. Il sito web ancientaliensdebunked.com ritiene invece che siano stati gli esseri umani a costruire immense strutture come le piramidi che sono pervenute a noi fino ad oggi. A sostegno di questa linea di pensiero, viene presentata la prova di un obelisco di circa 1.000 tonnellate in granito, la cui costruzione è stata interrotta a causa di una crepa.

Pubblicità

“Questa pietra incompiuta è la prova di come gli uomini potevano tagliare e modellare il granito”, si legge sul sito, dove viene anche precisato che ci sono evidenze di come le slitte di legno con corde siano state di aiuto per trascinare gli enormi massi che costituiscono le piramidi.

Mistero risolto? Dipende da come lo si osserva, dato che entrambe le parti credono di aver ragione. #Archeologia #vita aliena #scienza