Sbarchi record sull'isola azzurra, il comune di #capri chiede l'intervento del #prefetto e l'apertura di un tavolo tecnico per ideare una disciplina su misura per Capri. Due giorni fa in Prefettura, a Napoli, si è tenuto un incontro al quale hanno partecipato, oltre al sindaco di Capri, Gianni De Martino, anche i vertici della Capitaneria di Porto di Napoli ed i rappresentanti delle forze dell'ordine. Oggetto della riunione, il sovraffollamento degli arrivi ed il conseguente congestionamento dell'area portuale di Marina Grande, ma anche del trasporto pubblico e dei luoghi di maggiore interesse turistico. A margine dell'incontro il sindaco De Martino ha dichiarato che continueranno a vegliare sul territorio, in attesa che si possa affrontare l'intera problematica attorno ad un tavolo tecnico che riunisca tutti i soggetti interessati, come sostenuto dal Prefetto che con grande sensibilità e determinazione ha assunto l'impegno di coordinare tale iniziativa.

Pubblicità
Pubblicità

Sono numeri da record quelli registrati nelle ultime settimane. A #Capri, in una giornata a caso,quella del 16 giugno, tra le 9.30 e le 12.30, sono sbarcati ben 26 mezzi di linea che trasportavano circa 6mila persone. Sulla banchina principale del porto commerciale di Marina Grande, dalle 9.51 alle 10.08 della stessa giornata, sono transitate 1.083 persone, alle quali si aggiungono i 325 passeggeri arrivati al Molo Banchinella.

Alla voce del sindaco si aggiunge anche quella dei maggiori imprenditori isolani riuniti nell'associazione #Capri Excellence, che, attraverso il loro Presidente Riccardo Esposito, hanno chiesto una soluzione definitiva in merito all'arrivo sempre crescente di un #Turismo giornaliero ormai ampiamente fuori controllo, con una totale deregulation nella programmazione ed attuazione delle corse marittime tra Capri e la terraferma ed il pieno rispetto dell'ordinanza n.

Pubblicità

99 del 1999 che detta le regole per i tempi di accosto nei porti del golfo di Napoli.

Per me il primo cittadino di #Capri è altresì indispensabile che le compagnie di navigazione rispettino le normative vigenti e che gli uomini della Capitaneria di Porto si attivino per continuare a vigilare al fine di ottenere un primo, sensibile, miglioramento della situazione e dati importanti per porre le basi per una futura regolamentazione di tutto il comparto trasporti da e per l'isola azzurra con il sostegno del Prefetto.