La notizia più battuta nelle ultime ore riguarda la drammatica vicenda che vede il #vesuvio in preda ad un incendio doloso: è ciò che ha denunciato #Legambiente Campania, circa il disastro ambientale che sta mettendo in ginocchio la Campania e il patrimonio naturale nazionale. Tra i volti noti al grande pubblico, #Salvatore Esposito si è pubblicamente scagliato contro lo Stato via social-media.

L'orrore dietro l'incendio criminale: il Vesuvio è in fiamme

Secondo quanto è stato riportato da Lagambiente Campania, dietro al terribile incendio, che sta letteralmente spazzando via la bellezza naturale del Vesuvio, vi sono mani criminali.

Pubblicità
Pubblicità

La news più divulgata nelle ultime ore dalle principali testate giornalistiche campane, nostrane ed internazionali, vede il Vesuvio bruciare per mezzo di un incendio doloso. Sono otto i punti di innesco degli incendi appiccati, che sarebbero stati provocati cospargendo di benzina animali vivi: è questo quanto è stato denunciato nelle ultime ore, circa la verità della tragedia vesuviana. ''Non esiste in Italia, ed in particolar modo in Campania, evento più prevedibile degli incendi dolosi estivi'', queste ultime sono le parole spese da Antonio Gallozzi, il direttore regionale Legambiente, il quale ha aggiunto: ''Non possiamo più considerare gli incendi estivi un'emergenza, visto che ogni anno si ripetono e lo Stato si fa trovare sempre impreparato.''

La tragedia vesuviana è un chiaro indice di rifiuto della legalità in Campania e non solo.

Pubblicità

Il fenomeno degli incendi boschivi resta una delle più terribili piaghe che mettono in ginocchio il Bel Paese, perché distruggono habitat e la bellezza dei paesaggi, drammatiche conseguenze che possono inevitabilmente radere al suolo intere economie locali che, come l'economia campana, tendono a investire prevalentemente sul turismo ambientale.

''Quello che sta accadendo in Campania è qualcosa di vergognoso: la mia terra sta bruciando, ma lo Stato dov'è? Vogliamo ribellarci?! A tutti coloro che hanno un minimo di visibilità, urlate questo schifo. Fate in modo che questa terra non venga più deturpata da incivili e da gente che non fa nulla'', ha dichiarato Salvatore Esposito in un post condiviso via social-media; l'attore di Gomorra ha voluto gridare on-line la sua profonda amarezza per quanto sta accadendo in Campania, finita questa settimana in balia della negligenza politica, la disorganizzazione amministrativa e l'indifferenza pubblica.