Pubblicità
Pubblicità

Sale, purtroppo, il bilancio delle vittime [VIDEO]del terremoto ad #Ischia. Sono due già i morti provocati dalla scossa di magnitudo rivista dall'Ingv a magnitudo 4.0 che si è abbattuta ieri sera intorno alle ore 21 sull'isola. A riferirlo sono fonti della Protezione civile locale riportate dalle agenzie di stampa. Si ha notizia al momento di venticinque persone ferite, di cui due sono in pericolo di vita e sono già state trasportate all'ospedale Caldarelli di Napoli, e almeno una decina di dispersi.

Tre bimbi sotto le macerie ad Ischia, già estratte vive due persone

Mentre si resta in apprensione per i dispersi e i feriti [VIDEO]e si cominciano a piangere i morti due persone sono state estratte vive da sotto le macerie provocate dal sisma.

Pubblicità

I soccorritori stanno intanto cercando di salvare tre bimbi rimasti sotto gli edifici crollati. Lo ha scritto su Twitter, nell'account ufficiale, la Protezione civile. Il grado di magnitudo della scossa di terremoto a Ischia registrata introno alle ore 20.57, secondo quanto riferito dall'Ingv dopo le verifiche, è stato classificato di grado 4.0 e non più di 3.6 come comunicato in precedenza. Il ministero della Salute, intanto, si è detto pronto a sostenere subito la regione #campania, come ha scritto su Twitter il ministro Beatrice Lorenzin. Il presidente del Consiglio intanto si è già recato nella sede della Protezione Civile di Via Vitorchiano per partecipare alla riunione del Comitato Operativo convocato per il terremoto di Ischia.

Testimone del terremoto all'inizio non abbiamo capito niente

Diverse le testimonianze raccolte dopo il terremoto dai cronisti presenti sul posto.

Pubblicità

"La scossa - ha raccontato all'agenzia Ansa una ragazza di Pescara in vacanza a Ischia col marito - è durata pochi secondi, il blackout - ha specificato - una decina di minuti". Abitanti del'isola e turisti rimangono in strada e non vogliono rientrare nelle case e negli alberghi. "Alloggiamo in un hotel del centro - ha spiegato la giovane pescarese - ma al momento siamo ancora in strada, come tutti". Ecco i momenti del terrore rievocati dalla giovane turista. "Eravamo su una palafitta - ha proseguito ricordando i momenti della scossa di terremoto - ad Ischia porto quando abbiamo visto la struttura muoversi. All'inizio - ha aggiunto - non capivamo, ma poi c'è stato un blackout, le persone - ha raccontato la giovane pescarese in vacanza sull'isola campana - sono scese in strada ed è subito stato chiaro quello che stava accadendo. E' stata - ha spiegato la donna - una scossa ben distinta". "Ero in casa - ha raccontato all'Ansa Benedetto Valentino tra i soci fondatori del Premio internazionale Ischia di giornalismo - seduto sul divano quando si è sentito un forte boato e la casa è stata scossa come si scuote un albero.

Pubblicità

Siamo scesi subito in strada - ha ricordato - mentre in contemporanea si registrava un black out che ha complicato le cose". Questi alcuni dei momenti di terrore vissuti a Ischia dove cresce la paura per altre scosse di terremoto che, secondo l'Ingv, non è possibile escludere. #Terremoti