La #Cina ha iniziato la sua manovra di crescita; nuovi partner si sono affacciati al teatro economico mondiale, nuove prese di decisione hanno portato le nazioni a concludere accordi di cooperazione e collaborazione per un vero e proprio sviluppo sia economico che tecnologico. La Cina sembra trovarsi al centro di tutto, dimostrando anche di essere pronta ad una definitiva crescita. Questa situazione di collegamento tra paesi verrà definita la Via della Nuova Seta, con protagonisti: Brasile, Russia, India, Cina e Sud Africa. Rientra anche la #corea del nord vero problema della Cina

La nuova manovra della Cina

La scorsa settimana in Xiamen città a sud della Cina è avvenuto il #BRICS summit 03/09/17, un incontro tra le nazioni che compongono l'acronimo del nome (Brasile, Russia, India, Cina e Sud Africa).

Pubblicità
Pubblicità

Lo scopo di questo incontro era di definire un nuovo asseto politico ed economico in ambito collaborativo, per creare quello che verrà definito la strada per la nuova via della seta. Il Presidente cinese Xi Jinping si è detto entusiasta per questa nuova collaborazione mondiale, definendo questo decennio il decennio d'oro. E' facile intuire che questa collaborazione sarà utile anche per altri partner commerciali; come il Messico, che ha partecipato da esterno e ha chiesto un'aiuto da parte della Cina, con la possibilità di entrarne a far parte di questa cooperazione e diventare nuovo attore globale. Tra tutti la Cina è quella che si sta muovendo su più campi: l'esempio perfetto è con il Regno Unito, che tra tutti i partner europei è quello con cui ha più dialogo ed ha investito di più. Secondo dati certi si parla di una stima di investimenti che va sui 1,7 miliardi di sterline che rende il Regno unito nonostante la Brexit un ottimo partner collaborativo.

Pubblicità

Israele un'altra nazione che da anni collabora con la Cina, ed entrambi hanno dimostrato che questa collaborazione è fondamentale. Negli anni la Cina è diventata una grande potenzia asiatica e Israele ha continuato la sua ascesa divenendo una grande potenza globale. Questo ha messo il punto di inizio vero e proprio su collaborazioni più grandi, si stima che il fatturato raggiunto con questa cooperazione superi 11 miliardi di dollari l'anno. Altri traguardi sono stati raggiunti dalla Cina sempre in ambito commerciale, con l'accordo di libero scambio con ASEAN ( Associazione delle Nazioni del sud est Asiatico ) e Hong Kong il giorno 09/09/17. Il picco più alto che riscontriamo con questa collaborazione è avvenuto nel 2016, con un ammontare di 106,8 miliardi di dollari e ancora prima nel 2015 con un ammontare più ristretto di 15,5 miliardi di dollari. Questo fa intendere che il rianimarsi di questa collaborazione possa portare nuovi grandi vantaggi per la Cina.

La decisione della Cina nei confronti della Corea del Nord.

E' passata più di una settimana da quando la Corea ha dimostrato di essere uno stato nucleare.

Pubblicità

Durante la fase del BRICS, sono iniziate anche le trattative per una dura sanzione nei confronti della Penisola Coreana. Questo ha portato la Cina ad intervenire, non solo per la sanzione ma, anche per i risvolti negati avvenuti dopo l'avvio del test: primo il lancio della bomba H, ha creato una scossa di magnitudo 6.3 nella parte sud della Cina e secondo la possibilità di radiazioni che potrebbero colpire l'intera area cinese. Visti questi presupposti la Cina ha comunque continuato a difendere insieme alla Russia la Corea del Nord, mettendo in evidenza il fatto che: una sanzione così dura nel eliminare ogni possibile partner commerciale, rischierebbe di farla collassare, e potrebbe creare una situazione di stallo; dove, potrebbe avvenire un intervento della Corea del Sud alleata degli Stati Uniti. La Cina chiede di riflettere su questo punto, si dice d'accordo su una sanzione ma che riguardi: un dialogo di pace, nel cercare di disarmare totalmente la Corea del Nord nel loro programma missilistico e nucleare. In ogni caso la Banca Cinese la (China Construction Bank of Agricoltural) ha deciso di sanzionare la Corea del Nor,d bloccando ogni possibile transazione con quest'ultima. Comunque il giorno 11/09/17 è stata annunciata la decisione sulla vera e reale sanzione che il Concilio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha preso.