#West Nile nella forma più grave presente in circolazione, questo il virus che a #Livorno pare aver colpito un uomo di 65 anni residente nel comune di Collesalvetti. Stando alle casistiche degli esperti, solo un caso di West Nile ogni mille può sfociare nella #meningite. Secondo quanto emerso nelle ultime ore, l'uomo sarebbe giunto all'ospedale presentando i sintomi tipici di chi viene colpito da questa malattia: mal di testa fortissimo, febbre alta e durezza del collo. Una volta appurato che si trattava del virus West Nile, per i medici non è stato difficile sommare le due informazioni, arrivando alla conclusione che l'uomo poteva essere affetto dalla forma più virulenta del virus.

Pubblicità
Pubblicità

A trasmettere tale patologia è la zanzara del genere Culex. I medici comunque hanno voluto rassicurare la popolazione di Livorno, tale forma di meningite non si trasmette attraverso il contatto diretto con il soggetto malato, ma solo attraverso la puntura delle zanzare Culex. Inoltre come detto in precedenza, la possibilità di contrarre questa forma di virus del Nilo è dello 0,1 percento dei casi.

Forma virulenta

Il West Nile che avrebbe colpito l'uomo di 65 anni, sembrerebbe essersi presentata nella sua forma più aggressiva, quella che sfocia in meningite. Il virus tende a essere estremamente fastidioso, ma ciò avviene solo in casi particolari. Per esempio quando l'organismo si trova già in difficoltà per altre patologie, le quali provocano un abbassamento delle difese immunitarie.

Pubblicità

Un ulteriore esempio è quello delle persone anziane, che pare siano la categoria a subire la sintomatologia peggiore. Solo un caso si presenta pericoloso, ed è appunto la forma più aggressiva che può generare la meningite o l'encefalite. In questi casi, se non si interviene con tempestività, può risultare estremamente pericolosa.

West Nile e sintomatologia

Nella norma, il virus West Nile [VIDEO] colpisce l'uomo solo in maniera del tutto accidentale, e almeno per l'ottanta percento dei casi è completamente asintomatico. A coloro che invece presentano i sintomi del virus, può sembrare una banale febbre. Il corso della malattia non prevede cure specifiche, perché al momento non vi sono medicine valide a combattere l'West Nile. I sintomi scompariranno nel giro di qualche giorno, così come sono arrivati. Si pensa che molti abbiano già avuto tale patologia, senza che se ne siano accorti. L'unico rimedio per evitare il contagio rimane quello di eliminare le zanzare Culex.

Disinfestazione

Il comune di Collesalvetti ha risposto positivamente, e con molta celerità, all'ordinanza emessa dall'Azienda Usl Toscana Nord Ovest.

Pubblicità

Tale richiesta prevede un intervento deciso e volto a disinfestare l'area interessata, dalle zanzare Culex. Il comune di Collesalvetti, inoltre, ha fatto sapere che la situazione è sotto controllo e nelle mani di operatori molto competenti e preparati. Questi esplicheranno in maniera esaustiva a tutte le famiglie, quelle ovviamente interessate dal raggio d'azione della disinfestazione, le regole da seguire durante i tre giorni di intervento e in quelli immediatamente successivi.