Scossa di terremoto di magnitudo 3.9 avvertita ieri sera alle ore 21:58 nel Marsicano, l'epicentro è stato rilevato a Scurcola Marsicana, dichiara il Centro Nazionale #Terremoti, ad una profondità di otto chilometri. Il #sisma è stato avvertito con una certa intensità anche a L'Aquila. Al momento non vengono rilevati danni a persone o cose.

Torna la paura

L'Abruzzo trema ancora a pochi giorni dall'ultima scossa, lunedi scorso una scossa di magnitudo 3.7 ha fatto tremare la terra a Campotosto che dista poco più di ottanta chilometri, le persone sono scese in strada impaurite dal forte movimento tellurico e qualcuno per precauzione ha deciso di trascorrere la notte fuori, centinaia le chiamate ai Vigili del Fuoco ma la situazione sembra sotto controllo.

Pubblicità
Pubblicità

Il sisma è stato avvertito fino alle porte di Roma e nella provincia di Rieti. Per precauzione è stato rimandato il primo giorno di scuola.

Nei comuni di Scurcola Marsicana, Magliano de' Marsi e Tagliacozzo e Avezzano, le verifiche dei vigili del fuoco decideranno se le strutture hanno riportato danni oppure saranno agibili per gli studenti abbruzzesi. Il sindaco di Scurcola Marsicana, Maria Olimpia Morgante ci rassicura "Le scuole sono sicure perché sono di nuova costruzione, la chiusura è solo a scopo precauzionale". Ad Avezzano, il sindaco, Gabriele De Angelis è dello stesso avviso.

Questa l'ordinanza

L'Istituto Nazionale di Vulcanologia e Geofisica fa sapere che non ci sono attinenze con il sisma di Campotosto, "Nessun legame, sicuramente si è attivata un'altra struttura, questo terremoto è stato registrato a sud di Campotosto una delle zone più a rischio terremoti d'Italia", cosi ci conferma il professor Carlo Doglioni presidente dell'Ingv.

Pubblicità

Altre piccole scosse sono state rilevate e l'Istituto Nazionale di Vulcanologia e Geofisica comunica che monitorerà con attenzione particolare il territorio marsicano.

Nel centro Italia altre sei scosse sono state registrate, fortunatamente tutte di lieve intensità, tra 2.0 e 2.4 e nessun danno a strutture o persone.

Come dimenticare

Sembrerebbe proprio che la natura non voglia farci dimenticare la sua forza devastante, dopo gli ultimi avvenimenti in Messico, L'alluvione in Liguria e Livorno, l'uragano Irma, quasi un anno fa il terremoto di Accumoli e #amatrice hanno sconvolto tutta la nazione. Madre Natura ci lancia messaggi costanti ricordandoci la sua potenza.