Una bella e commovente storia giunge da Napoli. Una neonata down è stata formalmente adottata da un single che ha accettato di prendersene cura. I giudici del Tribunale di Napoli, dopo 7 rifiuti, hanno ufficialmente dato in pre-affidamento la piccola ad un papà single, in base alla legge numero 184 del 1983 che consente in rari casi a genitori non sposati di potersi occupare di minorenni disabili. L'uomo aveva inviato ufficiale richiesta di #adozione solo da pochi anni.

La vicenda

La piccina era stata abbandonata dalla madre in ospedale subito dopo il parto. La donna non se l'era sentita di occuparsi di lei, ed era sparita in tutta fretta.

Pubblicità
Pubblicità

Il caso della neonata "ripudiata", così, era finito sulla scrivania dei magistrati partenopei. Il giudice del #Tribunale dei Minori aveva avviato la procedura prevista per l'affidamento della bimba. Purtroppo, però, ben sette coppie a cui era stato chiesto di occuparsi della neonata disabile hanno rifiutato, perché non se la sarebbero sentita di prendersi cura di una bimba affetta da sindrome di Down.

Finalmente, in fondo alla lista degli aspiranti genitori, il giudice ha trovato la richiesta di un single desideroso di poter allevare un figlio disabile senza alcuna limitazione. Così sono state avviate formalmente e temporaneamente le pratiche per l'adozione della piccola da parte dell'uomo, ricorrendo alla legge numero 184 del 1983, articolo 44, che consente in rarissimi casi - benché in Italia non sia permesso - l'adozione di minori con disabilità anche da parte di single.

Pubblicità

Per la piccola e il nuovo genitore è iniziato un periodo di prova chiamato pre-affidamento, al termine del quale i giudici stabiliranno se si potrà acconsentire all'inserimento definitivo della neonata nel gruppo familiare scelto.

Adozioni speciali

Generalmente, in Italia, non è consentito ai single non sposati di adottare bambini. Nel nostro paese solo le coppie benestanti, sposate e al di sotto dei 40 anni possono legalmente adottare un bimbo. Fortunatamente, la normativa che regola l'affidamento - sia a livello nazionale che internazionale - prevede delle eccezioni in rarissimi casi. La legge 184, infatti, parla di adozioni speciali che si possono verificare, ad esempio, quando tra un minore rimasto orfano di madre o di padre e un single si sia instaurato un legame duraturo già da prima del decesso dei genitori, oppure nel caso in cui il bimbo orfano abbia una grave disabilità. In merito alla neonata napoletana, il tribunale dei minori di Napoli ha riscontrato la presenza di tutti gli elementi utili per predisporre l'affidamento speciale ad un single.

Pubblicità

Si tratta di uno dei pochissimi casi verificatisi nel nostro Paese, una vera e propria rarità.

Una bella storia

Si tratta di una vicenda molto commovente, bella, che dimostra come nel nostro mondo ci siano ancora delle persone dotate di grande umanità: spesso, inoltre, le buone azioni giungono inattese. La storia della neonata down adottata ha fatto emozionare tutti i cittadini napoletani. La solidarietà, molto spesso, consiste nel mettersi alla prova, e finalmente questa bimba abbandonata è riuscita a trovare una casa.