Pubblicità
Pubblicità

Paura per un'autista della provincia di Treviso, aggredita sull'autobus che conduceva. L'uomo aveva intenzione di colpirla con un coltello. A salvare la donna è stata una bomboletta di spray urticante che teneva con sé, in caso di situazioni a rischio come quella che ha vissuto in prima persona mentre lavorava. Il fatto è accaduto all'interno del comune di Motta di Livenza, in provincia di Treviso. L'autobus appartiene alla linea Mom e stava compiendo il percorso che da Portogruaro arriva a Motta di Livenza. La donna, rimasta fortunatamente illesa, è stata ugualmente presa in cura dai sanitari per lo choc riportato. E' una dipendente della Dover di Bari, società a cui vengono subaffidate alcune linee della Mom.

Pubblicità

L'aggressione ai danni dell'autista

Il tutto è avvenuto nello spazio di pochi secondi. Il passeggero si è avvicinato al posto di guida riservato all'autista e ha iniziato ad urlarle contro parole pesanti. Dagli insulti si è passati alle minacce, con l'uomo che ha urlato "ti sventro" all'indirizzo della donna. In mano aveva un coltello, con il quale avrebbe anche potuto passare dalle parole ai fatti, se non fosse per la prontezza dei riflessi dell'autista. La dipendente della Dover di Bari si è salvata grazie all'utilizzo di uno spray al peperoncino, che ha bloccato immediatamente l'azione violenta dell'uomo.

L'aggressore è un uomo già noto alle forze d'ordine locali [VIDEO], conosciuto per aver tenuto in passati altri comportamenti definiti "anomali". L'uomo è stato denunciato per interruzione di pubblico servizio, porto abusivo di arma da taglio e minaccia a incaricato di pubblico servizio.

Pubblicità

Non è stata resa ancora nota la sua identità. Di lui si sa soltanto che ha 44 anni ed è residente ad Annone Veneto, comune in provincia di Venezia. A renderlo noto Ilaria Potito, segretario della Fit-Cisl delle province di Belluno e Treviso.

La precedente aggressione

Non è la prima aggressione che si verifica ai danni di lavoratori della linea Mom. In estate, nel luglio scorso, ad essere presi di mira furono due controllori della Mom, vittime dell'ira di un ragazzo portoghese di colore in precedenza trovato senza biglietto. Per evitare la sanzione prevista in casi come questi, l'uomo ha aggredito i due controllori, con spinte e strattoni. I due addetti della Mom sono anche caduti a terra durante l'aggressione subita. Episodi di #violenza come questi accadono ormai quotidianamente in Italia. Ricordiamo il caso dell'autista di Parma, indagato dopo essere stato aggredito da un giovane senegalese. #violenza sulle donne