Pubblicità
Pubblicità

I rapporti condominiali sono spesso difficili, talvolta degenerano in liti anche violente per i motivi più banali, ma evidentemente anche quelli tra coinquilini lo sono, apprendendo quello che è successo in un appartamento nel New Hampshire che, data la gravità dei fatti, sfida qualsiasi immaginazione.

Protagonisti di questa incredibile vicenda sono due donne conosciutesi attraverso un annuncio on line per condividere un appartamento e un furetto di proprietà di una delle due.

Ivana Clifford, di 26 anni, avrebbe avuto un’accesa discussione con la nuova coinquilina, Cara Murray, di Manchester, accusata di averle rubato alcuni vestiti dall’armadio.

Pubblicità

Futili motivi, direbbe qualcuno, ma così non deve aver pensato Ivana che, in preda a una vera #follia vendicativa, ha deciso di punire la coinquilina per quanto avrebbe fatto, colpendola nei suoi affetti più cari, il povero furetto Angel.

Messo nel forno ancora vivo

Una crudeltà inimmaginabile nei confronti degli #Animali, quella avuta da Ivana Clifford che, preso il furetto tanto amato dalla sua coinquilina, alle 3 del mattino lo ha inserito nel forno acceso.

La polizia è stata immediatamente allertata dai vicini che avevano notato una grossa nube di fumo arrivare direttamente dall’appartamento delle due giovani donne, ma quando ha capito che la causa arrivava dal forno, si è trovata di fronte a una macabra scena.

Il povero furetto, ormai carbonizzato, giaceva inerme all’interno del forno.

Pubblicità

Attraverso un atto al di là di ogni immaginazione, Ivana ha premeditato una vendetta diabolica che ha causato una morte atroce al povero animale di soli due anni.

La donna trasferita in carcere

Lacrime e disperazione per Cara, che ha raccontato la sua vicenda all’emittente WHDH, precisando che Angel era per lei come un bambino e che alla sua perdita non vi è rassegnazione.

Devastata dalla follia di Ivana Clifford, Cara è ancora incredula che la donna possa aver commesso un atto così barbaro [VIDEO] e per motivi così futili quali il presunto furto di abiti.

Ma si sa, la follia non ha preavvisi e quello che è scattato nella mente della coinquilina non poteva di certo essere contemplato.

Per Ivana Clifford sono scattate subito le manette e fissata una cauzione di 10mila dollari per poter tornare in libertà.

Ma l’incubo per Cara non finisce, le immagini del suo Angel carbonizzato nel forno sono inaccettabili e rimarranno per sempre un terribile ricordo.