Pubblicità
Pubblicità

L'uscita della Gran Bretagna dall'Unione Europea è stata uno shock per milioni di persone, nessuno si sarebbe mai aspettato un risultato simile dal referendum, eppure, sebbene con una piccola differenza, l' "OUT" ha vinto. Gli inglesi, conosciuti e rispettati per la loro sincera democraticità, hanno rispettato il voto. La May quest'anno ha iniziato le trattative per il divorzio dall'Unione Europea. Tra dichiarazioni e smentite, oggi è arrivato l'annuncio ufficiale sulla data e l'ora in cui l'Inghilterra non farà più parte della comunità europea.

Nel 2019 ci sarà l'addio all'UE

La May mette nero su bianco la data e l'ora dell'#Addio, l'uscita è stata fissa per il 29 Marzo 2019 alle ore 23.

Pubblicità

Le preoccupazioni non riguardano soltanto gli inglesi e le loro aziende, ma anche le migliaia dei cittadini del nostro paese che vivono in UK. Nella fase iniziale la #Brexit non avrà un effetto diretto sugli italiani che risiedono in Gran Bretagna [VIDEO], ma in futuro le conseguenze potrebbero essere diverse; dunque è bene per gli italiani residenti in terra inglese prevenire i possibili danni. Secondo le fonti ufficiali del Consolato italiano in Inghilterra, gli iscritti all'AIRE, ovvero i concittadini che hanno dichiarato la residenza in UK, sono circa 261.000. Si stima però che siano molti di più, circa 600.000, dato che ci sarebbero circa 350.000 persone che devono ancora registrarsi. Nell'anno e mezzo circa che ci separa dall'ora X è possibile che la May e l'UE stipulino accordi relativi agli europei che desiderano vivere in UK.

Pubblicità

Si tratta però di un'ipotesi, in quanto non c'è ancora nulla di scritto e le trattative saranno presumibilmente lunghe. In caso contrario, il trattamento riservato agli europei potrebbe essere lo stesso di quello dei cittadini provenienti da altre parti del mondo: per vivere e lavorare in UK, dopo Brexit, bisognerà ottenere un permesso di lavoro e di soggiorno. Dunque, potrebbe non esserci più alcuna distinzione tra comunitari ed extracomunitari.

May, nessuno blocchi la Brexit

#theresa may è stata perentoria. Il quotidiano inglese Daily Telegraph riporta le dichiarazioni della premier britannica: "Non verranno tollerati tentativi di bloccare l'uscita dall'Unione". La data e l'ora sono state fissate e riportate in un emendamento della Withdrawal Bill, la legge quadro sull'uscita dall'Unione Europea [VIDEO]. La premier è decisa e ferma, la parte più difficile ora sono le trattative con l'UE.