Pubblicità
Pubblicità

Non c’è limite alla follia, specie nella caotica Inghilterra. Ultime notizie di cronaca arrivano precisamente da #Liverpool, dove una mamma è stata ripresa dai passanti mentre trascinava il figlio al guinzaglio. Video e foto che nel giro di poche ore sono arrivate ovunque, costringendo la polizia del posto ad intervenire (specie per le denunce arrivate dagli utenti del web alla donna di 31 anni). Madre spinta a compiere tale gesto – come confessato a due coetanee vicine al luogo dei fatti – per via dell’#Autismo di cui pare soffra il figlio, lo stesso che, per via della propria patologia, non risponde ‘ai comandi’ della donna, che ha quindi ben pensato di prenderlo di forza e tirarlo proprio come fosse un oggetto.

Pubblicità

L’atroce gesto della donna sotto gli occhi dei passanti

Il video diffuso sui social network [VIDEO] non lascia dubbi: la mamma trascina al guinzaglio il figlio, che sul percorso cade diverse volte, per non parlare degli ostacoli che incontra durante il trascinamento su marciapiedi e tratti di carreggiata. Nessuno dei passanti però soccorre il ragazzo, nemmeno chi riprende la scena, che pare quasi compiaciuto da quanto stia succedendo di fronte la fotocamera del proprio smartphone. Sul web diverse le accuse alla donna, ma anche al passante che ha ripreso la scena, senza però intervenire per soccorrere il povero ragazzo che stava subendo quella che può tranquillamente essere considerata una vera e propria violenza fisica.

Come detto in precedenza, la mamma ha giustificato il proprio gesto per via dei problemi che l’autismo dà al figlio ma anche a lei stessa, in difficoltà nel gestirlo nella vita di tutti giorni: nessun'altra possibilità – secondo quanto proferito dalla donna – di spostare il figlio con le buone, se non quella di trascinarlo con forza, per portarlo in giro a compiere le mansioni quotidiane (come portarlo a scuola), ma tali violenze e angherie [VIDEO] non possono essere di certo essere giustificate dalla mamma di 31 anni di Liverpool.

Pubblicità

C’è comunque da sottolineare la solidarietà del pubblico del web che, oltre a denunciarlo alla polizia, ha anche avuto modo di mostrare la propria indignazione in una serie di commenti sparsi in rete. Commenti in parte condivisibili, che hanno spinto le autorità ad aprire un’inchiesta nei riguardi della donna, e forse anche nei confronti di chi ha ripreso la scena senza pensare di intervenire per mettere fine alla violenza che gli si stava palesando.

Sul "Segui" altri aggiornamenti sulle notizie di cronaca dal mondo. #Esteri