Pubblicità
Pubblicità

E' stato trovato in rete l'annuncio di un uomo di 51 anni che per soldi faceva prostituire la moglie. "#vendo mia moglie per orgia": così recitava il testo. L'uomo aveva fissato la cifra di 150 euro a persona per avere un rapporto intimo con lei.

Una bella donna di 38 anni

L'accusa che è stata rivolta al siracusano è quella di sfruttamento della #prostituzione e per questo motivo è stato arrestato; la vittima per gli incontri fissati da lui era proprio sua moglie, una bella donna di 38 anni che avrebbe dovuto intrattenere tre clienti contemporaneamente. Una piccola gang dove i partecipanti avrebbero dovuto avere un'età media di 35 anni.

Pubblicità

L'uomo aveva richiesto che i candidati fossero molto puliti [VIDEO], discreti e di bella presenza e nel caso di approvazione dei requisiti, si sarebbero dovuti presentare, previo contatto telefonico tramite Whatsapp, presso Piazza Stesicoro a Catania.

I Carabinieri sono riusciti ad intercettare il marito proprio ieri sera, mentre stava incontrando i tre futuri clienti; è stato colto in flagrante mentre stava raccogliendo il denaro pattuito per l'incontro.

150 euro a persona

A quanto pare non era la prima volta che l'uomo aveva sfruttato la moglie dal momento che, dalle dichiarazioni della donna, è emerso che l'uomo, quando gli veniva richiesto dai clienti, assisteva come spettatore ai rapporti che avvenivano presso un B&B in centro. "Per chi crede alle favole evitate di contattarci", aveva scritto l'uomo nell'annuncio, facendo intendere che la questione era davvero seria.

Pubblicità

Il siracusano avrebbe intascato il denaro e accompagnato i tre selezionati presso la camera dove era la signora [VIDEO]e proprio qui i Carabinieri avrebbero fatto irruzione, smascherando il giro di prostituzione. Nella borsa della donna sono state trovate delle confezioni di profilattici, evidentemente utilizzabili per gli incontri a luci rosse.

Non è l'unico giro di prostituzione smascherato dalle forze dell'ordine di recente in Sicilia: a Caltanissetta nel mese di novembre sono stati arrestate due persone, una di nazionalità italiana e l'altra della repubblica domenicana, con l'accusa di sfruttamento della prostituzione, due figure chiave per gli incontri che si sarebbero svolti tra le donne extracomunitarie e clienti di varia nazionalità. Le donne avevano il compito di scegliere altre donne adatte per rapporti intimi e altre persone invece, erano delegate per curare gli aspetti legali e finanziari del giro. #Siracusa