Pubblicità
Pubblicità

Ennesimo tentativo per risolvere la problematica inerente alla presenza dei campi Rom nella capitale. Stavolta l'amministrazione guidata dal sindaco del movimento 5 stelle [VIDEO] #Virginia Raggi ritorna alla carica provando ad offrire del denaro alle famiglie Rom che attualmente vivono all'interno dei campi presenti su Roma e che in più occasioni hanno evidenziato come tale problematica tenda a minare il decoro della città e nello specifico, le condizioni di vita delle persone residenti. Si tratta di un vero e proprio bonus destinato ai nomadi e potrebbe raggiungere la soglia dei 10.000 euro a famiglia.

L'incentivo è stato soprannominato bonus Raggi

L'iniziativa presentata dal Sindaco di Roma non ha raccolto molti consensi, le polemiche non sono mancate ed alcuni hanno soprannominato l'incentivo economico a favore dei nomadi come il bonus Raggi.

Pubblicità

Il piano del Comune di Roma per chiudere in modo definitivo i campi nomadi che attualmente versano in condizioni fatiscenti e che giorno dopo giorno registrano ulteriori allargamenti abusivi, si sarebbe rivelato un vero e proprio fiasco. Il Bonus per le famiglie Rom arriverebbe in sostituzione all'idea di trasferire le famiglie censite all'interno dei campi Rom presso un alloggio a spese del Comune. L'incentivo del Comune romano infatti, mira a premiare, o comunque sia a sostenere, le famiglie Rom intenzionate a lasciare la capitale per tornare nel proprio paese d'origine. Si tratta dell'ultima alternativa rimasta alla giunta comunale capitanata da Virginia Raggi [VIDEO], ossia utilizzare i fondi europei per incentivare i Rom a lasciare Roma.

Il bonus per le famiglie rom

La proposta sarebbe quella di offrire alle famiglie Rom i soldi per pagare l'affitto nei corrispettivi paesi d'origine al fine di rimpatriare i soggetti e chiudere definitivamente i campi nomadi.

Pubblicità

Denaro destinato per due anni di affitto nei paesi d'origine accompagnati da un biglietto per il viaggio di sola andata. Tale incentivo però, ha mostrato delle problematiche inerenti alla volontà delle famiglie censite nell'abbandonare il territorio italiano ed una variante inerente all'eventuale spesa per l'affitto di un alloggio, la quale presenta una variabile da paese in paese e non potrebbe garantire una spartizione equa delle risorse, Unica alternativa presentata dal Comune di Roma è quella di elargire un bonus da 10.000 euro circa a quelle famiglie rom intenzionate a fare rientro nei propri paesi d'origine, un cifra che rappresenta una tantum e che attualmente sarebbe in fase di definizione. #immigrati