Pubblicità
Pubblicità

Ennesimo caso di #Stalking. I #Carabinieri di Piazza Armerina, piccola cittadina della provincia Ennese hanno arrestato C.G. [VIDEO] una donna di 26 anni, per atti persecutori ripetuti. La sospettata ha molestato un uomo di 34 anni di cui si era innamorata, per circa due anni. C.G è stata fermata in flagranza di reato mentre aggrediva la vittima per strada prendendolo a morsi.

Le terribili persecuzioni

L'indagata originaria di Piazza Armerina, aveva conosciuto la vittima, un uomo di 34 anni tramite amici qualche anno fa. Da subito la 26 enne si era invaghita del giovane uomo e aveva rivelato i suoi sentimenti all'oggetto del suo desiderio.

Pubblicità

Ma il povero malcapitato non aveva voluto sapere nulla della ragazza, esplicitamente aveva anche tentato di allontanare gentilmente la stalker da lui. La presunta colpevole invece aveva cominciato a perseguitarlo. La molestatrice [VIDEO]anzi era passata alle minacce e agli insulti. Ogni volta che incontrava la vittima per strada lo aggrediva verbalmente. Ultimamente la donna era sempre più violenta, aveva anche danneggiato la vettura dell'uomo più volte, poi era passata all'aggressione fisica. Il perseguitato per questo era stato spesso medicato dai sanitari del pronto soccorso dell'ospedale Chiello , in seguito alle percosse inferte dalla sua aguzzina.

La denuncia agli inquirenti e l'ammonimento del tribunale

Esasperato dai continui maltrattamenti, il 34 enne aveva denunciato la donna alle autorità competenti.

Pubblicità

Ma il solo risultato che aveva ottenuto era quello di avere reso ancora più spietata nei suoi confronti la scocciatrice. Nel maggio del #2016, la seccatrice era stata arrestata in flagranza di reato nel centro del paese ennese, intenta ad aggredire il più che trentenne. A seguito del fermo, alla donna era stato imposto il divieto di avvicinamento nei confronti della vittima. Il provvedimento di interdizione comunque era scaduto l'estate scorsa.

La nuova aggressione

Ieri pomeriggio, la stalker ha nuovamente preso di mira l'oggetto dei suoi desideri, ossessionata ancora una volta dal giovane. Lo ha aggredito per strada mente si trovava nella sua auto. Ha rotto il finestrino dell'autovettura e ha cominciato a prendere a morsi nuovamente il malcapitato. Presa in flagranza di reato la molestatrice è stata bloccata e arrestata dai carabinieri. Dopo il fermo, il tribunale di Enna ha disposto per la giovane la misura cautelare degli arresti domiciliari.