Carrie Gracie, giornalista della BBC, ha rassegnato recentemente le sue dimissioni perché ha scoperto di essere stata pagata meno dei suoi colleghi maschi. La responsabile dell'ufficio di BBC News in Cina ha preferito lasciare il lavoro che ama, esternando la sua rabbia sul suo blog personale. Carrie non accetta che ancora oggi ci siano disparità di trattamento retributivo tra uomini e donne. La donna ha scritto sul suo blog di non aver mai biasimato la sua azienda, nella quale ha lavorato per 30 anni. Azienda che ha apprezzato e apprezza. Ora, però, la Gracie vuole far sentire la sua voce. Il suo sogno è che la BBC rispetti la legge e reputi obiettivamente uomini e donne, annullando il gender pay gap.

BBC obbligata a pubblicare gli stipendi

Nei mesi scorsi, la BBC era stata costretta dal Governo May a pubblicare gli stipendi [VIDEO] che superavano le 150mila sterline dei suoi dipendenti. Dopo la pubblicazione, molti avevano notato che gran parte degli impiegati più pagati era rappresentata da uomini.

La Gracie era rimasta sconcertata dopo aver letto quell'elenco. In un attimo aveva appreso di essere stata pagata, per anni, meno dei colleghi che avevano svolto le medesime mansioni. Non solo: tutte le dipendenti della BBC erano state retribuite come Carrie, quindi avevano percepito meno denaro rispetto agli uomini.

L'Equality Act

L'ormai ex giornalista della BBC ricorda che l'Equality Act statuisce che uomini e donne, ricoprenti le stesse posizioni, devono percepire il medesimo stipendio.

La Gracie ha scoperto che due uomini hanno guadagnato circa il 50% in più rispetto alle colleghe donne.

Carrie Gracie non si è mai lamentata del suo stipendio [VIDEO], relativamente alto, ma non accetta che ci siano discriminazioni salariali fondate sul sesso. Ecco perché, insieme a Katya Adler, responsabile dell'ufficio di BBC in Europa, ha inviato una lettera a Tony Hall, CEO della BBC. Nella missiva si reclama un pari trattamento retributivo tra uomini e donne.

La proposta (rifiutata) della BBC

Davanti alla protesta della Gracie, la BBC avrebbe prospettato un aumento di stipendio per la donna. Lei, però, l'ha rifiutato per due motivi: l'aumento non l'avrebbe mai portata a guadagnare come i colleghi maschi e reputa già elevato il suo stipendio.

La combattiva Gracie continua a lottare per riconoscimento della parità dei diritti tra uomini e donne, sul versante della retribuzione. I dipendenti uomini della BBC verrebbero pagati di più rispetto alle donne non perché svolgono mansioni meglio retribuite o lavorano più ore. Ciò, per Carrie, è illecito e discriminatorio. #giornalismo #Stipendi