Dall'#India, in questi giorni, è giunta una notizia piuttosto interessante, relativa all'invenzione di un nuovo slip super accessoriato in grado di proteggere le #donne dagli stupri. Il prototipo è stato ideato da Seenu Kumari, una ragazza di 19 anni. La sua creazione si basa sull'installazione di una serie di sistemi di sicurezza, alcuni dei quali sono anche in grado di allertare le forze dell'ordine e di registrare le immagini dell'eventuale aggressore per facilitarne la cattura.

Antistupro, antiproiettile e super sicuro: è il nuovo slip

In India, pochi giorni fa, una ragazza di nome Seenu Kumari, di soli 19 anni, ha dato notizia della realizzazione della sua prima mutanda antistupro.

Come riporta il quotidiano "Il Messaggero", la giovane proviene da una famiglia povera e vive a Farrukhabad, tristemente nota per le numerose violenze sessuali che vengono perpetrate nei confronti delle donne [VIDEO]. A quanto pare, proprio in seguito a questa costante mancanza di sicurezza e al pericolo continuo al quale sono sottoposte le donne, Seenu si è industriata per dar luce alla sua invenzione.

Attualmente il suo è solo un progetto in divenire, anche se nel frattempo è stato inviato alla National Innovation Foundation di Allahabad, affinché possa essere brevettato ufficialmente, nella speranza che qualche azienda decida di finanziare il prodotto. Quali sono le caratteristiche principali dello slip? È l'inventrice stessa a chiarirlo: "Il mio slip è a prova di proiettile e non si può tagliare con un coltello".

E nello specifico come funziona?

Lucchetto, Gps, telecamera, password, sms d'emergenza

Seenu ha rivelato che ha dotato la sua invenzione di un lucchetto dotato di un pulsante che si trova all'interno dello slip e che, una volta pigiato, lancia un messaggio di emergenza sia alla polizia che ai parenti. Inoltre l'indumento intimo è dotato anche di un dispositivo Gps che garantisce la localizzazione della vittima e del malintenzionato, nonché di una password e di una microcamera: "Ho anche installato una piccola telecamera in grado di riprendere l'aggressore e conservarne l'immagine", ha dichiarato la 19enne. Ciò non vuol dire che lo slip debba essere indossato sempre, ma che potrebbe tornare utile nel caso in cui una donna dovesse viaggiare da sola, oppure fermarsi per diverse ore o giorni in una zona pericolosa e sconosciuta.

Seenu Kumari ora spera che qualcuno possa decidere di finanziare la sua idea per migliorarla e renderla disponibile sul mercato; un'invenzione che potrebbe davvero garantire maggiore sicurezza non solo alle donne indiane, ma anche a quelle di altri Paesi. #violenza sessuale