Una banda di minorenni violenti ha preso di mira una signora che aveva appena fatto la spesa insieme al figlioletto nel centro commerciale 'Le Gru' di Grugliasco, in provincia di Torino. La baby gang, composta da 4 ragazzini di età compresa tra i 15 e i 17 anni, ha assalito la signora sotto gli occhi del bimbo. Tutti i minorenni sono stati denunciati per lesioni aggravate in concorso [VIDEO]. Il raid è avvenuto nel parcheggio dello shopping center, uno dei più grandi della Penisola. La combriccola si sarebbe adirata dopo essere stata redarguita dalla donna. Questa aveva, in sostanza, invitato i ragazzi a non bestemmiare e non proferire termini volgari.

I quattro, secondo le prime indiscrezioni, hanno dapprima attorniato la donna e poi l'hanno presa a calci e pugni.

La denuncia contro i giovani rissosi

Reazione violenta a un ammonimento. I minorenni, dopo l'aberrante episodio, sono stati fermati e denunciati dai carabinieri. Non è la prima volta che i carabinieri di Torino accertano un episodio di violenze nelle vicinanze del centro commerciale di Grugliasco.

Tempo fa, in zona, era stato denunciato un 17enne perché trovato in possesso di un coltello a serramanico e di una pistola scacciacani senza tappo di identificazione.

Tanta violenza a Grugliasco

Rapine, furti e violenza, tanta violenza, nei pressi del centro commerciale di Grugliasco. I carabinieri hanno anche fermato quattro ragazzine di 14 anni mentre rubavano in un negozio del grosso emporio.

Quark, il cane antidroga dei carabinieri, ha trovato marijuana addosso a sette minorenni. Per questi è scattata la segnalazione per assunzione di sostanze stupefacenti.

Sono sempre più giovani i delinquenti, a Torino e nell'hinterland. Le forze dell'ordine hanno, negli ultimi mesi, denunciato e segnalato molti minorenni per reati vari.

Le aggressioni del 26 dicembre 2017

Lo scorso 26 dicembre 2017, giorno di Santo Stefano, una baby gang formata da sei giovani, tra cui tre minori, aveva assalito e rapinato due persone in Corso Raffaello. Il gruppo di balordi aveva accusato un egiziano 30enne di aver importunato una giovane della comitiva. Era un pretesto per colpirlo con una mazza e rubargli il telefonino. L'immigrato, dopo il pestaggio e la rapina, si era dato alla fuga.

La banda di giovani violenti, dopo aver aggredito l'egiziano, si era scagliata contro una 32enne per rubarle 20 euro. La donna era stata presa a calci e pugni in via Valperga Caluso e aveva avuto bisogno delle cure dei sanitari. Ai soccorritori, la vittima aveva rivelato di essere stata presa anche per i capelli. #aggressione #madre