Pubblicità
Pubblicità

Altri scandali che vengono fuori per il presidente degli #Stati Uniti d'America #Donald Trump: stavolta riguardano una cifra ingente che avrebbe dato all'ex pornostar Stephanie Clifford, ovvero ben 130 mila euro in cambio del suo silenzio su una loro presunta relazione avvenuta anni prima. Il pagamento della somma sarebbe avvenuto nel 2016, poco prima delle elezioni. In molti sui social commentano inorriditi la notizia.

Un altro problema per Donald Trump: l'ennesimo scandalo che viene a galla

La notizia si sta diffondendo a partire da ieri, 12 gennaio 2018, ma oggi ha sbancato anche sui social network e sull'intero web.

Pubblicità

Chi riguarda? Donald Trump, un personaggio [VIDEO] che di certo in questo periodo non sta passando inosservato, soprattutto per la pubblicazione del libro 'Fire and Fury' di Michael Wolff che lo ritrae addirittura come un 'idiota'. Il problema però ora consisterebbe in un tradimento che Trump avrebbe commesso nei confronti della sua sposa Melania, a cui ha messo la fede al dito nel 2005. Come riporta il quotidiano 'Il Messaggero', il problema è che la relazione adulterina si sarebbe verificata l'anno dopo e a quanto pare con un'ex pornostar chiamata Stephanie Clifford.

Finito qui lo scandalo? No. Esattamente per non far uscire la notizia del rapporto sessuale consumato alle spalle della moglie, Clifford sarebbe stata pagata da Trump per tacere a riguardo. La cifra sarebbe stata con diversi zeri: 130 mila euro.

Pubblicità

Il punto è che lo scambio di silenzio e denaro sarebbe avvenuto proprio poco prima delle elezioni, cioè nel 2016. Trump e il suo avvocato smentiscono queste voci in modo fermo e deciso ma i dettagli non finiscono qui.

I dettagli

Come tende a precisare il giornale 'La Repubblica', il nome d'arte dell'ex pornostar è 'Stormy Daniels' e lei e il presidente si sarebbero incontrati precisamente nel mese di luglio del 2006 e ad un torneo di golf a cui partecipavano le celebrità. Come spiegano le fonti già precedentemente citate, sarebbe stato l'avvocato Cohen a fare da tramite per realizzare l'accordo. Davanti ai giornalisti però non risponde a domande riguardanti lo scoop e soprattutto sostiene che il presidente non ha mai avuto relazioni a sfondo sessuale e 'nessun altro tipo di incontro' con l'ex attrice. Trump stesso si difende così: 'queste sono storie vecchie e riciclate che sono già state pubblicate e smentite prima delle elezioni'. Insomma, questa è l'ennesima pecca a cui deve rispondere il presidente degli Stati Uniti d'America e deve difendersi non solo davanti ai giornali e al mondo intero, ma probabilmente anche a casa, dato che si può immaginare cosa pensi Melania del tradimento [VIDEO] subìto.