Pubblicità
Pubblicità

Pessimo inizio dell'anno per Logan Paul, famoso youtuber americano che vanta più di 15 milioni di contatti su #Youtube, e ben 3,9 milioni di followers su Twitter. Il 22enne ha recentemente pubblicato un video-vlog di 15 minuti, facente parte di una serie dedicata al #Giappone, dove attualmente è in vacanza con gli amici.

Il vlog, che avrebbe dovuto avere un tono leggero, nello stile del ragazzo, ha preso però una strada diversa rispetto alle intenzioni iniziali del popolare youtuber.

La foresta dei suicidi

La foresta di Aokigahara, nei pressi del Monte Fuji, ha acquisito la tragica reputazione di essere il posto perfetto dove morire, guadagnandosi persino il soprannome di "Foresta dei suicidi".

Pubblicità

In Giappone, il tasso di persone che decidono di togliersi la vita [VIDEO], soprattutto tra i giovani adulti maschi, è altissimo, e la distesa infinita e fitta di alberi di Aokigahara viene considerata come uno dei luoghi migliori per farla finita per sempre.

Molte persone si accampano lì prima di decidere cosa fare del proprio destino. Centinaia di individui vengono trovati morti nella foresta ogni anno, e sono soprattutto le guardie forestali a scoprire i corpi settimane o mesi dopo, quasi sempre impiccati agli alberi o senza vita dopo aver ingerito determinate sostanze.

Ma torniamo a Logan Paul

Ed è proprio qui che Paul e i suoi amici hanno deciso di girare un video. Man mano che il gruppo avanzava nella foresta, uno dei membri ha scorto una sagoma appesa ad un ramo basso di un albero, i cui piedi toccavano quasi per terra.

Pubblicità

I giovani si sono avvicinati e hanno ripreso il cadavere di un uomo - per fortuna hanno avuto almeno la decenza di oscurarne il volto - zoomando sulle mani violastre e contratte.

Dopo un iniziale sgomento, i ragazzi hanno continuato comunque a filmare e a riprendere le reazioni del gruppo e di una guida che li accompagnava. Si sono susseguite battute, parolacce accuratamente censurate dal verso di una papera e risate sommesse. "Cosa, non ti sei mai trovato accanto a un morto?". E risate.

Il video di Paul, accuratamente editato con sottofondi musicali tristi, bianco e nero e censure, ha collezionato milioni di visualizzazioni su YouTube, prima che venisse rimosso domenica 31 dicembre.

Il web reagisce e YouTube rimuove il video

Lunedì l'hashtag #LoganPaul è diventato una tendenza mondiale su Twitter, poiché gli utenti dei social media hanno espresso il loro disappunto. Alcuni hanno chiesto la rimozione del suo intero canale da YouTube.

"Non mostri a milioni di bambini un cadavere su YouTube.

Pubblicità

È orribile". "Logan Paul non si rende conto di ciò che ha fatto. Sbeffeggiava e rideva un corpo appeso ad un albero. Avevano bisogno di aiuto e la loro vita si è interrotta. Non si sveglieranno il giorno dopo e la loro famiglia ha perso una persona cara. Non è divertente". Altri utenti dei social network hanno sfruttato quest'opportunità per sensibilizzare le hotline e i siti web di prevenzione al suicidio [VIDEO], e hanno esortato le persone depresse a cercare aiuto.

Dopo i numerosi attacchi, Logan si è prontamente scusato con un tweet, dicendo: "Questa è la prima volta per me. Non ho mai affrontato critiche come questa prima d'ora, perché non ho mai commesso un errore come questo".