“Gli ingredienti di una vita”. Questo il titolo dell’ultimo libro di Ciro Salatiello, chef presso il “Marina di Castello Resort” e cuoco ufficiale della #SSC Napoli. Edito da Alessandro Polidoro Editore è un vero e proprio viaggio nella tradizione culinaria partenopea, che da sempre affascina il mondo intero con la sua delicatezza elaborata allo stesso tempo. Un viaggio comunque reso possibile anche dalle numerose foto che riprendono la lunga e fitta carriera dello chef-autore. I vicoli di Napoli, i posti meno pensati e considerati.

Pubblicità

Tutta una vita professionale valorizzata al massimo. Nel testo è contenuta anche il già famosissimo “Kepurp”, una strabiliante rivisitazione del KeBab. A questo proposito e per scoprire altre informazioni e curiosità per i lettori abbiamo intervistato l’autore-chef:

Pubblicità

Origine e storia del Kepurp e del libro

"Il Kepurp è stata una mia invenzione, da qualche giorno però è un po' di tutti e questo non mi dispiace, anzi significa che piace. Da non confondere con il carpaccio o la soppressata, questo megapolpo sovrapposto pesa circa 25/30 kg e si affetta proprio come il Kebab davanti al cliente 'idea mi è venuta a Londra vedendo i tanti negozi di Kebab, le mie figli mi dicevano che dovevo inventare qualcosa di Napoletano e trasferirci lì, dissi che papà avrebbe fatto allora il Kepurp, ma senza prendermi sul serio, poi per una serie di coincidenze ho provato a farlo ed è esploso come novità.

Pubblicità

 "

Vantaggi e svantaggi della professione

"E' sempre una soddisfazione cucinare per una squadra di serie A, molti credono che sia semplice, io ho imparato tantissime cose, grazie anche ai medici, e sono diventato più scrupoloso nel cucinare. "

Di sicuro comunque, questa alternativa sta andando alla grande, per i napoletani e non. Ottimo infatti il riscontro che si ottiene dalle prime statistiche. Tenendo presente questa occasione, inoltre, si invitano i lettori a seguire questo portale poiché molto presto sarà lanciata un'altra intervista con una nuova e suggestiva alternativa al cibo che non è nostrano.