I paccheri, altrimenti detti anche "schiaffoni", sono un formato di pasta tradizionale partenopea. La forma ricorda quella dei classici maccheroni ma molto più grandi, ideali per essere conditi con sughi a base di pesce, ma adatti anche per essere farciti come i cannelloni e poi fatti gratinare al forno. Un tempo, visto che sono grandi e per riempire il piatto ne bastano pochissimi, veniva considerata un tipo di pasta per poveri. Riguardo l'origine piuttosto particolare del nome, "paccheri" in dialetto napoletano significa schiaffi, e probabilmente questi maccheroni vengono chiamati così perché quando sono abbinati ad un sugo abbondante e poi mescolati, emettono un suono particolare che ricorda quello di una sonora sberla.

Pubblicità
Pubblicità

Un formato di pasta che si sposa bene con il pesce

Quando la fragranza e il gusto del pesce fresco si sposano con il pomodoro, i paccheri danno il meglio in cucina grazie alla ruvidezza della loro superficie che trattiene il sapore del condimento. Ovviamente è un tipo di pasta molto sostanziosa: una porzione di paccheri ben conditi e arricchiti da carne o pesce, deve essere servita come piatto unico, magari seguita solo da una ricca insalata mista e frutta di stagione. Proviamola con pesce spada e "friggitelli", un particolare tipo di peperoncino verde dolce, tipico di Napoli.

Ingredienti per 4 persone:

  • 500 g di paccheri 
  • un dl di olio extravergine d’oliva
  • 250 g di pesce spada in una sola fetta
  • 200 g di friggitelli
  • uno spicchio d’aglio
  • sale
  • pepe
  • un pizzico di origano
  • una manciata di pomodorini ciliegino

Preparazione

Fate imbiondire nell'olio lo spicchio d'aglio schiacciato e privato della sua pellicola in una larga padella, poi eliminatelo non appena comincia a prendere colore.

Pubblicità

Nel frattempo avrete lavato, asciugato e tagliato a striscioline i friggitelli, che aggiungerete insieme all'aglio imbiondito (se volete potrete poi eliminarlo) facendoli saltare per circa 2 minuti. A questo punto, unite il pesce spada tagliato precedentemente a cubetti, quindi salate, pepate e saltate insieme tutti gli ingredienti per qualche istante, quindi unite i pomodorini tagliati a metà e coprite. Lasciate cuocere per circa 10 minuti, poi spegnete il fuoco.

Intanto, mettete sul fuoco l'acqua per la pasta e, appena apre il bollore, salatela e tuffatevi i paccheri che dovranno cuocere circa 14 minuti (dipende dalla marca). Scolateli piuttosto al dente, versateli nella padella insieme al sugo di peperoncini verdi e pesce spada, fate saltare il tutto ancora per un minuto aggiustando di sale e pepe se necessario. Spegnete il fuoco e unite un pizzico di origano e un filo d’olio a crudo, quindi disponete i paccheri su un largo piatto da portata e serviteli a tavola ben caldi.  #alimenti e bevande #Ricette #Ricette Made in Italy