Preparatevi per un piatto che farà della vostra tavola una reggia sovrana di sapori e aromi che riportano prepotentemente i ricordi del mar mediterraneo a tutti quelli che amano mangiare sano e che mantengono la propria alimentazione cibandosi esclusivamente dei prodotti del mare. Dove mangiare le pietanze più saporite è sempre stata una discussione che ha messo al centro dell'attenzione le zone costiere italiane che conservano una tradizione marinara. Di queste località fa parte la #Sardegna e malgrado le sue #Ricette di mare non siano infinite, come quelle di tanti altri paesi della costa mediterranea, questa non ha niente da invidiare alle altre regioni che probabilmente il pesce non l'hanno mai visto, se non sul banco dei mercati rionali.

Pubblicità
Pubblicità

Questa ricetta è parte di tradizioni della Sardegna fin dai tempi più remoti e credetemi che vale la pena di presentarla facendola gustare ai vostri commensali.

Ingredienti:

  • 300 gr misto frittura mare
  • 30 vongole veraci
  • 2 pomodori oblunghi maturi
  • 4 tazzine di fregola sarda
  • 4 cucchiai di evo
  • 2 spicchi d'aglio
  • 1 peperoncino piccante
  • 4 gamberi 
  • 1/2 bicchier di vino bianco
  • 1/2 litro d'acqua calda
  • prezzemolo e sale fino

Una volta che abbiamo procurato tutti gli ingredienti, ricordiamoci che le vongole devono essere fatte 'spurgare' naturalmente affinché si eliminino i residui sabbiosi al loro interno. Questo viene fatto nel seguente modo: versa le vongole in un contenitore capiente e coprile di acqua corrente fredda. Al loro interno metti un cucchiaio di sale fino, mescola per scioglierlo nell'acqua e lascia riposare per qualche ora.

Pubblicità

Le vongole si apriranno 'sputando' acqua contenente residui sabbiosi'. Faccio presente che la frittura mista mare è composta solitamente da calamari, polpetti, vongole, cozze, arselle ecc. Questi ingredienti hanno 2 tempi di cottura, quindi separa la frittura mettendo da parte calamari e polpetti che dovranno cuocere prima.  

Preparazione della pietanza sarda

In una padella alta e capiente versa 2 spicchi d'aglio tagliati in 4 pezzi, il peperoncino e 2 cucchiai di evo. Fai soffriggere appena e aggiungi il misto frittura di mare (polpetti e calamari), tagliati a pezzi piccoli finché produrranno un brodino che dovrai colare e tenere da parte. Dopo colato versa nella padella altri due cucchiai di evo, prosegui nella frittura di mare per 5 minuti e aggiungi i 2 pomodori tagliati a piccoli pezzi. Cuoci per 10 minuti, un pizzico di sale e versa dentro le 4 tazzine di fregola sarda. Gira per 2 volte poi aggiungi il vino bianco, il brodino che hai colato dalle vongole e l'acqua calda che farai bollire nella fregola per almeno 8 minuti, a fuoco moderato, senza utilizzare coperchio.

Pubblicità

 

Il gusto particolare della Fregola sarda

Prima di proseguire nella ricetta di mare spieghiamo che la fregola sarda è un tipo di pasta prodotta in Sardegna e viene realizzata grazie a un composto di farina di semola impastata, sbriciolata in varie misure e infine fatta rosolare nel forno per qualche tempo finché non sarà asciugata dai residui di umidità. Proseguiamo: passati gli 8 minuti, alla fregola ne restano circa 4 per terminare la sua cottura, quindi non dobbiamo fare altro che versare nella padella tutto quello che abbiamo separato dalla frittura (vongole, cozze, gamberi, gamberetti, arselle), facendo cuocere a fiamma alta e spolverando di prezzemolo crudo quando la sua cottura sarà terminata. (Per sicurezza assaggia la fregola perché la trovi in vendita di varie misure; ognuna di queste ha una cottura differente).  #Ricette Made in Italy