Il nome di questo dolce è dato dal fatto che mangiandolo dovremo sporcarci le labbra con la #crema pasticciera e lo #zucchero a velo che lo ricopre. E' un dolce fatto con la sfoglia, tipico Pugliese, e all'interno ha un cuore ricco di crema. Andiamo a vedere gli ingredienti che occorrono per la sua preparazione.

Pubblicità

Ingredienti

  •  200 g di burro morbido;
  •  300 g di farina 00;
  • 1 bustina di lievito in polvere per dolci;
  • 1 uovo fresco più un tuorlo;
  • 100 g di zucchero;
  • 1 bicchierino di liquore profumato;
  •  marmellata;
  • pinoli.

Gli ingredienti per la crema:

  • 4 tuorli d'uovo;
  • 1 buccia d'arancia;
  • 150 g di zucchero semolato;
  • 50 g di farina 00 e infine zucchero a velo per guarnire.

Preparazione

Facciamo una crema al burro montando lo zucchero con il burro ammorbidito. Una volta ultimato il lavoro, uniamo la bustina di lievito, la farina setacciata, le uova e il liquore. Se l'impasto risulta troppo solido possiamo ammorbidirlo con un pochino di latte, deponiamo il composto in frigo per 30 minuti.

Passiamo alla preparazione della crema pasticciera mescolando lo zucchero con la farina e le uova. Quando il composto si sarà addensato lo mettiamo sul fuoco in un pentolino antiaderente e a fuoco basso, aggiungendo piano il latte, mescoliamo bene fino all'ebollizione. Uniamo la buccia d'arancia. Imburriamo e infariniamo una teglia bassa, prendiamo la maggior parte dell'impasto e stendiamolo sulla teglia. Facciamo uno strato di marmellata, poi uno strato di crema e pinoli.

Prendiamo un piatto largo quanto la nostra teglia, ricopriamolo di pellicola trasparente e infariniamolo, sopra ci stenderemo la restante pasta stendendola e formando un cerchio sottile. Capovolgiamo il piatto sulla crostata chiudendola bene, bucherelliamo il tutto e inforniamo per 35 minuti a 180 gradi nella parte bassa del forno. Non aprire il forno durante la cottura. Una volta sfornati i dolcetti vanno cosparsi, ancora bollenti, di zucchero a velo e fatti raffreddare. Il momento ideale per gustare di più gli #sporcamuss è quando sono ancora tiepidi.