Un'antica usanza vuole che questo dolce si prepari il giovedì Santo e venga consumato il giorno di Pasqua ma già da qualche anno la #pastiera la si può trovare nelle pasticcerie in tutti i periodi dell'anno. Ecco gli ingredienti che ci occorrono per la preparazione.

Pubblicità

Per la pasta frolla:

* 200 g di zucchero semolato;

* 150 g di strutto;

* 500 g di farina 00;

* 1 bustina di vanillina:

* 1 pizzico di lievito in polvere,

* 200 g di zucchero;

* 2 uova grandi.

Gli ingredienti che ci occorrono per il ripieno sono i seguenti:

* 500 g di #grano cotto (in barattolo);

* 150 ml di latte fresco;

* 500 g di #ricotta fresca di mucca;.

Pubblicità

* 5 uova fresche;

* 1 cucchiaio di sugna (strutto);

* 600 g di zucchero semolato;

* 1 fialetta di acqua di millefiori;

* mezza bacca di cannella;

* cedro e arancia candita q.b.

Per la preparazione cuociamo il grano con 250 ml di acqua e il latte, aggiungiamo la sugna e aspettiamo che si amalgami il tutto e si assorbano i liquidi. Conserviamo il composto in frigorifero. Il giorno successivo prepariamo la pasta frolla, stendiamo  la farina a fontana, al centro mettiamo la sugna, il lievito, le uova e la vaniglia impastando il tutto.

Se troppo duro aggiungiamo qualche goccia di latte, formiamo una palla con l'impasto e mettiamolo in frigo. 

Adesso è il momento del ripieno: Alla ricotta preparata la sera precedente e messa a macerare con lo zucchero aggiungiamo il grano, la fialetta di acqua millefiori, le uova e la frutta candita tagliata a cubetti piccolissimi.

Pubblicità

Togliamo la pasta frolla dal frigo e stendiamone una parte in un ruoto foderandolo anche i bordi, all'interno ci versiamo il composto di ricotta e di grano. Con la restante pasta frolla formiamo delle striscioline di circa 2 centimetri di larghezza o poco meno e dentellate ai bordi. Queste ultime le porremo sulla pastiera stendendole incrociate in modo da formare dei rombi. Inforniamo a 180 gradi per circa 90 minuti finchè il colore della pastiera non sarà dorato. A cottura ultimata spolveriamola di zucchero a velo  conserviamola almeno un giorno in frigo prima di servirla.