Abbiamo scelto il Gin come base per i cocktail di questo gioco da fare a #San Valentino; perché questo super alcolico ha una bella storia. È nato come medicina nel 1600 in Olanda, usato: per curare vari tipi di febbri esotiche; ma anche come tonico e calmante. Ottenuto dalla distillazione di frumento e orzo, ha come ingrediente fondamentale le bacche di ginepro. Nonostante le origini, è conosciuto come il liquore inglese, anzi londinese, per antonomasia.

Pubblicità

Forse perché si dice fosse usato al tempo di Orange III di Inghilterra addirittura come integrazione salariale per incentivarne l'uso tra la popolazione. Una leggenda metropolitana gli attribuisce qualità afrodisiache. È per tutte queste sue caratteristiche che ci piace usarlo per provare a descrivere come un uomo o una donna possano iniziare il gioco della seduzione partendo da questo elemento.

Pubblicità

Tre cocktail a base di gin

Tre scelte classiche rivisitate per iniziare un menage perfetto a San Valentino o quando vuoi tu. Valentina White lady: 4 parti di gin/ 3 di Triple Sec/ 2 di succo di limone, servito in un calice, per questa occasione speciale puoi guarnire con un petalo di rosa (biologica). Se il tuo partner è una persona elegante e raffinata, trasparente come l'acqua ma forte e decisa come questo #cocktail che ti stupisce sempre.

Pubblicità

Attenti a non esagerare, in tutti i sensi: con mosse troppo brusche e volgari potreste rompere il calice in cui va servito, ma la cui fragilità ne esalta la potenza ed il fascino.

Valentino French 75: 3 parti di gin/ 1 e 1/2 di succo di limone fresco/ 2 gocce di sciroppo di zucchero/ 6 parti di champagne/ facoltativo qualche goccia di sciroppo di granatina per colorare di rosso, servito in un flute. Guarnisci con una fragolina intera. Se il tuo partner è senza limiti e sfuggente, quasi inafferrabile, come la finta leggerezza, che donano le bollicine a questo drink, che invece è incredibilmente forte e dirompente; con la facoltà di essere molto passionale come il rosso della granatina e della fragola. Proprio come chi nella vita è fatto per stare fuori dai recinti e con i quali occorre la giusta distanza fisica per evitare fuoriuscite indesiderate e non soffocare il rapporto; proprio come il bicchiere in cui va servito lungo abbastanza per contenerlo tutto.

Valentino e Valentina: 3 parti di gin/ 3 di vermouth dry/ 3 parti di crema di menta verde.

Pubblicità

Si consiglia di guarnire con una mora ed un lampone (vanno bene anche surgelati). #Caruso, questo è il vero nome del cocktail, è veramente un cocktail versatile ed adatto a tutte le ore. È sicuramente ciò che il tuo partner vorrebbe se, come questo drink, è elastico, dinamico un poco irriverente, ma molto accattivante. In cui il colore e l'aroma della menta sanno di libertà ma al contempo di affidabilità e saggezza antica; un po' come il tenore da cui questo cocktail prende il nome: la potente voce di un uomo straordinario, capace di commuovere uomini e donne con la sua bellezza.