L'universo #senza glutine si allarga sempre di più. I dati ufficiali mostrano cifre impressionanti riguardo al numero di soggetti che ogni giorno scopre di dover mangiare senza glutine. E non si tratta solo di bambini in tenera età (la categoria più diffusa), ma anche di adulti che si scoprono celiaci dopo aver mangiato per decenni alimenti contenenti glutine, quindi pericolosi e incompatibili con loro patologia. Come riportato dalla "Relazione annuale al Parlamento della celiachia", in Italia i soggetti costretti ad un'#alimentazione priva di glutine sono oltre 180 mila. Con un incremento medio di 18.000 soggetti all'anno. Circa 50 nuovi casi al giorno.

Pubblicità
Pubblicità

Fortunatamente anche il mercato si è accorto di questo nuovo fenomeno e si sta adeguando proponendo sempre spesso più soluzioni per chi è costretto a vivere "gluten free". Inoltre l'offerta per celiaci sta coinvolgendo anche chi non è costretto a privarsi del glutine ma lo fa unicamente per uno stile di vita più sano.

Un mercato in piena espansione

La crescita a due cifre dei celiaci in Italia ha comportato uno stravolgimento, negli ultimi cinque anni, delle abitudini alimentari e di conseguenza del mercato della grande e piccola distribuzione. Da tempo anche i colossi del settore si sono lanciati a capofitto nel business del gluten free, affiancando ai loro prodotti tradizionali una variante senza glutine. Il caso certamente più famoso riguarda la pasta Barilla, che da ormai diversi anni propone sugli scaffali una gamma di pasta totalmente senza glutine, con diversi formati e a costi molto accessibili.

Pubblicità

Partita con gli spaghetti, oggi il colosso dell'alimentazione propone anche altri formati: penne, tubettini, tagliatelle. E a quanto sembra i consumatori stanno premiando questa scelta dimostrando con acquisti massicci che i prodotti privi di glutine e derivati trovano ampio spazio tra i loro consumi. Oltre alla pasta esiste poi una varietà enorme di prodotti per celiaci, dalle merendine al pane, dai dolci alle birre e alle bevande. E anche i social sono attenti al fenomeno, proponendo sempre più spesso consigli e ricette per una dieta priva di glutine. #Ricette