Gli spaghetti sono un tipo di pasta allungata fatta con farina di grano duro e acqua.

Un piatto che risale fino all'età del medioevo, ma le sue origini sono da applicare alla Sicilia. Esistono in commercio altri tipi di #spaghetti, chiamati vermicelli, che presentano un aspetto di lunghezza uguale, ma la consistenza è più fine ed è usata in particolari piatti più raffinati ad esempio a base di pesce.

Gli spaghetti sono protagonisti non solo sulla nostra tavola ma anche al #Cinema: citiamo un film molto famoso "Miseria e Nobiltà" con Totò, dove in una gag sono presenti gli spaghetti; più recentemente anche nei cartoni animati: "Lilli e il Vagabondo; vediamo i due cagnolini protagonisti che mangiano nella stessa ciotola prendendo un spaghetto entrambi dalle due estremità, scambiandosi un tenero bacio.

Pubblicità
Pubblicità

Oggi vediamo una ricetta molto semplice e veloce da preparare:

Strumenti:

  • Un tagliere;
  • Un coltellino;
  • Un cucchiaio da caffè;
  • Una teglia bassa di dimensioni medie;
  • Una pentola alta per la cottura della pasta;
  • Un scolapasta;
  • Una ciotola ampia;
  • Un bicchiere

Ingredienti:

  • Spaghetti;
  • Carciofi;
  • Panna da #cucina;
  • Prezzemolo;
  • Parmigiano;
  • Limone;
  • Olio di semi di girasole

Preparazione

Prendiamo i carciofi, li puliamo molto bene privandoli della barba (con un cucchiaio da caffè), e dalle foglie dure (con un coltellino); nella ciotola versiamo dell'acqua e mezzo succo di una bottiglietta di limine e ci andiamo a mettere dentro i carciofi puliti (acqua e limone previene a far diventare i carciofi scuri).

Tagliamo grossolanamente a spicchi i carciofi su di un tagliere.

Prendiamo una padella media, versiamo al suo interno 1/4 di bicchiere di olio di semi di girasole e disponiamo sopra i carciofi che abbiamo tagliato.

Pubblicità

Lasciamo che i carciofi si rosolino e che prendono un bel colore dorato, nel frattempo mettiamo sul fuoco la pentola per la cottura della pasta.

Quando l'acqua salata comincia a bollire, versiamo al suo interno gli spaghetti, mentre al sugo che stiamo preparando a parte ci aggiungiamo della panna da cucina.

La cottura degli spaghetti è molto veloce circa 10-11 minuti, scoliamo sul nostro scolapasta.

Versiamo tutto all'interno della pentola grande sia la pasta che il condimento e lasciamo che si amalgami bene il tutto (di solito gli spaghetti si tendono ad attaccarsi, possiamo evitare mettendo un filo di olio nell'acqua di cottura).

Serviamo in tavola con una spruzzata di basilico.