Le ricette dei grandi chef entrano nella #cucina di casa grazie a Fanceat, la startup di Torino che punta a rendere accessibili i menù dei ristoranti di lusso italiani. La golosa idea di tre giovani ragazzi piemontesi capitanati da Tommaso Cremonini è quella di consegnare a domicilio un box che contenga tutto il necessario per preparare una cenetta stellata in poco più di 20 minuti. Ogni menù caricato sul sito www.fanceat.com - a base di carne o pesce, vegetariano o gourmet - si compone di tre portate (antipasto, primo e dolce) e può essere innaffiato da una bottiglia di vino abbinata ad hoc..

Pubblicità

Pubblicità

Come ricevere a casa un menù dal sito Fanceat

Per scegliere il menù da farsi inviare a casa o in ufficio è sufficiente selezionarlo dalla pagina Guarda i menù e cliccare sul bottone acquista. A questo punto non resta che compilare il form con i propri dati personali e fornire un indirizzo a cui dovrà fare riferimento il corriere per la consegna. Gli ingredienti di prima qualità inviati in un box refrigerato, sono meticolosamente pesati e catalogati in singole confezioni sottovuoto per garantirne la massima freschezza. Una scheda illustrata e un breve video-tutorial spiegano come assemblare le ricette attraverso semplici passaggi. Le preparazioni più lunghe o complicate, come le creme per guarnire i piatti, vengono recapitate già cucinate dai cuochi del ristorante scelto. I tempi di consegna oscillano dalle 24 alle 48 ore, ma in ogni caso è possibile selezionare una data specifica se si desidera ricevere il menù a più di 3 giorni lavorativi consecutivi.

.

Pubblicità

Come regalare una cenetta stellata con Fanceat

Natale, San Valentino, compleanni, anniversari, lauree sono occasioni perfette per regalare la Fanceat Gift, un originale cofanetto contenente un buono regalo da poter spendere online sul sito www.fanceat.com. Esistono gift card da 50, 60 e 80 euro ma è possibile richiedere anche tagli superiori. Grazie a Fanceat non serve lo smoking e il tacco alto per gustare una cenetta gourmand e soprattutto non è necessario essere Carlo Cracco, buon appetito! #ristorazione