La "pasta con i tenerumi" è un primo piatto tipico della cucina tradizionale siciliana che è possibile assaporare solo nel periodo estivo in quanto le zucchine che vengono utilizzate nella ricetta producono delle foglie larghe e di colore verde dette "tenerumi". A questa minestra oltre all'ingrediente appena citato si aggiunge anche il pomodoro fresco e la zucchina lunga. Nei paragrafi sottostanti troverete gli ingredienti per quattro persone e il procedimento dettagliato.

Gli ingredienti per quattro persone

  • trecento grammi di spaghetti spezzettati
  • due mazzi di tenerumi
  • una zucchina lunga siciliana
  • sei pomodori abbastanza maturi
  • mezza cipolla rossa di Tropea
  • due spicchi d'aglio
  • olio extravergine d'oliva
  • formaggio grattugiato (parmigiano o pecorino)

Procedimento

La prima cosa da fare è pulire i tenerumi: tagliate i germogli e le foglie e le mettete all'interno di una bacinella.

Pubblicità
Pubblicità

Quindi aprite l'acqua e li lavate finché tutta la terra non rimane al fondo del contenitore. Dopodiché li strizzate, li tagliate a striscette e li mettete da parte. Poi prendete un tegame e vi versate all'interno circa tre cucchiai d'olio d'oliva, fate soffriggere la cipolla tagliata finemente, i due spicchi d'aglio, la zucchina fatta a tocchetti ed infine i pomodori spezzettati. Insaporite il tutto con il sale e il pepe (a vostro piacimento) e fate cuocere per almeno un quarto d'ora. Trascorso il tempo, allungate il soffritto con dell'acqua e lasciate sul fuoco finché non arriva ad ebollizione. Ricordiamo ai nostri lettori che la pasta con i tenerumi deve essere servita con tanto brodo.

Quindi buttate lo spaghetto spezzettato all'interno del tegame e, dopo circa cinque minuti aggiungete anche le striscette di tenerumi, che essendo molto delicati non hanno bisogno di cuocere molto.

Pubblicità

Completata la cottura, spegnete la fiamma e fare riposare per almeno tre minuti con il coperchio. A questo punto la minestra è pronta, aggiungete un filo d'olio a crudo e ora può essere assaporata dai vostri commensali. E' consigliato mangiare la pasta con una spolverata di formaggio: parmigiano o pecorino stagionato. Se vi avanza mettetela nel frigo, può essere consumata anche fredda.

Per conoscere altre ricette tipiche della gastronomia siciliana, ma anche per restare aggiornati sulle tutte le feste patronali, cliccate il pulsante "Segui" che si trova accanto al nome dell'autore. #Ricette #Ricette Made in Italy