Mancano pochi giorni al taglio del nastro del 1 Maggio che apre la grande Esposizione Universale del 2015, in mostra sino ad Ottobre e con un area espositiva che supera il milione di metri quadri. Nutrire il Pianeta ed Energia per la vita sono le parole d'ordine con cui #Expo 2015 intende catalizzare a #Milano milioni di persone da tutto il mondo, per una imperdibile esperienza sensoriale sull'alimentazione e la nutrizione.

Nell'agorà delle eccellenze oltre 140 Paesi e Organizzazioni internazionali saranno presenti in Italia e sarà possibile assistere a conferenze e argomentazioni su tematiche dell'educazione alimentare e dello sport, sulle eccellenze gastronomiche e agroalimentari, sul rapporto con le religioni e le culture, sull'innovazione tecnologica e la difesa dell'ambiente.

Best practices, cooperazione interdisciplinare e sviluppo, futuro equo e sostenibile, sono oramai le pratiche sdoganate nelle politiche europee e non solo. In questa occasione, davvero unica, esperti da tutto il mondo dialogheranno per proporre soluzioni efficaci sui temi delle povertà, della legalità, della difesa dei parchi nazionali in Pakistan, dell'irrigazione e il costo della vita in Siria, sulla protezione degli ulivi secolari del Mediterraneo, sul futuro delle aree urbane e delle smart e slow city, proponendo un format-esperimento sociale che usa la tecnologia al servizio delle comunità, come spiega Marco Pedroni, Presidente di Coop Italia.

La Grande Madre nell'Arte come incarnazione dell'idea di nutrizione

In questo incredibile scenario dell'Expo 2015 che vede protagonista la Sostenibilità, l'Innovazione, l'Economia, l'Agricoltura, e il Gusto, non poteva mancare la Cultura e l'Arte Contemporanea con mostre, spettacoli, workshop e tanti eventi collaterali tra cui la mostra "La Grande Madre", figura femminile e divinità protettrice dei raccolti e della terra, simbolo indiscusso di fertilità e incarnazione, e che nel palinsesto milanese rappresenta una delle iniziative più attese e discusse per gli appassionati di arte contemporanea.

Prodotta dalla Fondazione Nicola Trussardi, curata Massimiliano Gioni e allestita presso il Palazzo Reale di Milano (dal 26 Agosto al 15 Novembre), la mostra mescola il contemporaneo con la storia, accostando capolavori storici con opere di artisti contemporanei, ribadendo il ruolo centrale della donna tra tradizione ed emancipazione, tra ricordi e valori. Donna che dà e trasforma la vita, protagonista assoluta di un secolo in movimento e interpretata tra gli altri da Louise Bourgeois, Valie Export, Carla Accardi, Catherine Opie, Cindy Sherman, Sarah Lucas, Pipilotti Rist, Marlene Dumas, Natalie Djurberg, Kara Walker.

In contemporanea si potrà visitare la recente opera di Land Art "Whearfield" realizzata dell'artista americana Agnes Denes, che trasforma un campo coltivato a grano in zona Porta Nuova a Milano, installazione ambientale prodotta dalla Fondazione N. Trussardi in collaborazione con la Fondazione R. Catella e Confagricoltura e inaugurata nel mese di Aprile da Giuseppe Sala, Commissario Unico Delegato del Governo di Expo Milano 2015. Tutti gli appuntamenti sono visibili sul sito ufficiale di EXPO 2015 e su artpalazzoreale.it

#Cultura Milano