Quando si pensa a Napoli, spesso si rischia di cadere in quei classici luoghi comuni che purtroppo poco valorizzano la splendida e poco conosciuta, a livello intimo, città partenopea. Da sempre residenza che ha ospitato la nascita e la maturazione artistica di noti personaggi, che ancora oggi occupano il palcoscenico culturale nazionale e internazionale, Napoli dovrebbe essere ricordata anche per alcuni esponenti della letteratura contemporanea che le stanno riservando non poche soddisfazioni. Parliamo di tre scrittori in modo particolare:

Patrizia Rinaldi

Si laurea in filosofia e la scrittura arriva sul tardi nella sua vita.

Pubblicità
Pubblicità

Una donna con una finezza e un'eleganza unica. Lieve e delicata la sua sensibilità, che è facile respirare anche nel silenzio più assoluto, quello che a volte costringe ogni persona a sentirsi fuori dal mondo. La sua brillante carriera inizia con la vincita del Premio Pippi (il primo di una lunga serie; l'ultimo infatti nel 2015, Premio Leggimi Forte con il testo "Federico il pazzo") e con tante altre piccole e grandi pubblicazioni che adornano il contorno di una strada che la porta ancora oggi ad essere sempre tra i primi in classifica, sia nella letteratura per ragazzi che per adulti. Quest'ultimo ambito le regala fama e notorietà soprattutto con il genere noir.

Antonella Ossorio

Antonella è una donna affascinate, sofisticata ed estremamente simpatica. È una di quelle signore napoletane che ti fanno sentire subito a tuo agio e la sua intelligenza traspare anche nelle piccole cose, come del resto la sua bellezza esteriore. Quasi sempre è accompagnata dal suo "cagnolino", bello e attraente come lei. È un'insegnante, elemento che l'ha portata a scrivere prima per bambini per poi dedicarsi alla narrativa per adulti, con la vincita di numerosi premi in entrambe le sezioni.

Maurizio De Giovanni

La calma e l'ironia sono le sue colonne portanti.

Pubblicità

Strabiliante il modo in cui tiene la platea. Oggi è stimato come uno dei migliori giallisti in Italia, tradotto in diverse lingue. Continua a lavorare in banca, nonostante il successo senza eguali partito, anche nel suo caso, dalla vincita di un premio. Nei suoi #Libri, ci porta a scoprire quei lati di una Napoli talvolta evitata, ma dal carattere ammaliante. Si è spesso cimentato come critico sportivo e ha seguito imperterrito la sua grande passione per la squadra del Napoli, per la quale ha scritto addirittura una serie di pubblicazioni. Passione che segue ancora costantemente.

Tre autori, tre artisti sotto tutti i punti di vista che ci regalano orgoglio e amore per una città continuamente sottovalutata. Tre personaggi che vi consigliamo solo di approfondire e seguire perché meritano davvero il sostegno dei lettori e dei "non lettori", in modo particolare. #Cultura Napoli