Ieri, giovedì 30 marzo è stato, per la prima volta, mandato nelle sale cinematografiche un nuovo film diretto da #claudio amendola il quale risulta essere anche uno degli attori principali.

Il Permesso: 48 ore fuori, al cinema

Il film, improntato su uno sfondo criminale, narra la storia di 4 persone, 4 carcerati che ottengono 48 ore di libertà per portare a compimento cose che non hanno potuto a causa della segregazione. Ognuno di loro è finito dietro le sbarre per motivi differenti ed ognuno proviene da un diverso ceto sociale; Amendola sarà il burattinaio di tutte queste vite. Altro protagonista fondamentale della storia è l’attore #Luca Argentero, anch’egli in carcere ma con l’opportunità di sfruttare al meglio questa piccola finestra sulla vita reale prima che si richiuda.

Pubblicità
Pubblicità

I personaggi con notevole realismo mostreranno le loro debolezze, le loro paure, il loro desiderio di fuga; elemento predominante, però, sarà l’estrema sincerità dei loro sentimenti, come l’amore di un padre per un figlio, quello per una donna, per gli amici e il costante e spasmodico desiderio di rivendicare una dignità perduta o forse mai posseduta.

Il film, come prima accennato, ha dato luogo alla prima trasmissione ieri, giovedì 30 marzo, utilizzando uno dei circuiti cinematografici più famosi della storia del #Cinema: Uci Cinemas. Luca Argentero e Claudio Amendola hanno fatto grande pubblicità allo sceneggiato e quale occasione migliore se non quella di coronarne la diffusione attraverso il canale Radio, tramite uno scherzo su “Tutti pazzi per RDS”.

Lo scherzo di Claudio Amendola e Luca Argentero

All'interno degli studi di registrazione RDS, Claudio Amendola e Luca Argentero hanno deciso di fare uno scherzo al produttore Claudio Bonivento inscenando una finta intervista con Maurizio Costanzo.

Pubblicità

L’imitatore del giornalista/conduttore, ha iniziato a porre domande alla “vittima” del tutto incomprensibili, mettendo in serio imbarazzo l’ospite telefonico. Lo scherzo è durato qualche minuto, almeno fino a che gli artefici non ne hanno più potuto e hanno iniziato a ridere confessando le loro reali intenzioni.

Il tutto si è concluso in modo molto divertente e, naturalmente, con il rinnovato invito per tutti a pendere visione del nuovo film.