Intervistato dallo staff di Repubblica, Angelo Curti ha ricordato Antonio De Curtis, in arte Totò (1898-1967). L'attore partenopeo, orgoglio tutto italiano, è stato uno dei comici più famosi e influenti a livello internazionale. La storia del #Cinema è stata caratterizzata da grandissime "maschere ridanciane", tra cui Groucho Marx e Charlie Chaplin. Eppure il principe Antonio De Curtis è una figura tutt'ora attuale, ancora "viva", che riesce a far ridere anche le nuove generazioni.

Pubblicità

Tornando a Curti, il presidente di Teatri Uniti ha dichiarato: "Totò è un'icona che parla al mondo, non solo all'Italia. Perciò era giusto anche 'esportarlo'. Una presenza potente, trasversale, un esercizio di comicità continuamente spiazzante". Angelo Curti è l'ideatore del progetto "Totò si ri-gira!". Si tratta di un flash mob che toccherà le città di Milano, Napoli e Roma. Per l'occasione, verranno allestite le scene e le ambientazioni più famose dei film con protagonista il principe della risata.

Pubblicità

Totò: l'intervista ad Angelo Curti

Conchita Sannino di Repubblica.it ha avuto modo di intervistare il presidente di Teatri Uniti Angelo Curti, il quale ha avuto modo di parlare del suo progetto riguardante Totò: "Totò si ri-gira!". Curti ha spiegato che il progetto nasce grazie alle sollecitazioni del presidente della Fondazione Campania dei Festival Luigi Grispello. Esso ha l'obiettivo di ricordare Totò anche fuori dal territorio di Napoli. Antonio De Curtis è probabilmente l'unico essere umano alla cui memoria sono stati celebrati ben tre funerali.

Pubblicità

Il progetto di Teatri Uniti è invece proprio il contrario: far "resuscitare" tre volte l'attore, a Napoli, Roma e Milano.

Angelo Curti ha ricordato come Totò sia stato un maestro delle parodie. Tramite i suoi film, il principe De Curtis ha toccato varie tematiche, luoghi geografici e personaggi. Magistrali le sue interpretazioni come Diabolicus, oppure l'imperatore di Capri. Indimenticabile il suo ruolo come Antonio La Puzza/Attila Canarinis in Totò e Peppino divisi a Berlino, nel cui film la celebre Smorfia napoletana viene scambiata per un codice segreto. Tornando al progetto del presidente di Teatri Uniti, Totò sarà "moltiplicato" presso la stazione di Milano, Fontana di Trevi a Roma e Salita dei Cinesi a Napoli. L'appuntamento è dopodomani 15 Aprile. Nel capoluogo lombardo, presso piazza del Duomo, sarà riproposta la celebre scena di Totò, Peppino e e il vigile urbano, tratta dal film Totò, Peppino e la malafemmina. Per altri aggiornamenti sul mondo del cinema, cliccate Segui. #Spettacolo #Eventi