Si intitola "Support" la scultura di Lorenzo Quinn che rappresenta due mani di dimensioni mastodontiche (ha un'altezza di circa nove metri) a cui si appoggia l'hotel Ca' Sagredo, nella zona di Rialto, e concepita apposta per l'apertura della Biennale di Venezia. L'opera d'#Arte è patrocinata dal Comune della città di #venezia e promossa dalla Halcyon Gallery di Londra a sostegno del palazzo che ospita l'albergo.

Due mani a sostegno della città per la Biennale

È un'opera di denuncia e di promulgazione della necessità di prendersi cura dei nostri beni culturali, e della meravigliosa città veneta in particolare. "Venezia è una città d'arte galleggiante che ha ispirato le culture per secoli. Ma per continuare ad essere così ha bisogno del supporto della nostra generazione e di quelle future, perché è minacciata dai cambiamenti climatici e dal decadimento provocato dal tempo", ha dichiarato l'autore Lorenzo Quinn.

Pubblicità
Pubblicità

Ecco spiegata la simbologia dietro a due mani che sembrano voler sostenere un palazzo storico della città, quasi a volerlo tener su per impedirgli di cadere. L'idea è quella che "l'Arte stessa venga in supporto dell'Arte": la capitale mondiale dell'arte è infatti proprio Venezia in questo periodo della Biennale. Quale momento e luogo migliore per esporre la propria opera e lanciare il proprio messaggio al mondo?

Lorenzo Quinn, un figlio d'arte alla Biennale

Lorenzo Quinn è un artista di fama internazionale, nonché figlio d'arte: suo padre era il grande attore Anthony Quinn, star di "Lawrence d'Arabia" e premio Oscar come miglior attore non protagonista nel 1952 per il film "Viva Zapata!". Lui stesso ha avuto qualche esperienza nel cinema, in ruoli però non di rilievo come quelli del padre.

Pubblicità

Si ricordano altre sue opere molto famose e riconosciute a livello internazionale: in primis, la statua di Sant'Antonio commissionata dal Vaticano e benedetta da Papa Giovanni Paolo II in Piazza San Pietro, ora apprezzabile proprio nella Basilica di Sant'Antonio a Padova. Un'altra sua famosa opera è "Tree of Life" (Albero della Vita), in memoria dei caduti della città di Birmingham durante le incursioni aeree della Seconda Guerra Mondiale.

Il messaggio positivo di Quinn

Con la sua arte, Quinn da sempre cerca di promuovere idee positive di unione, impegno e solidarietà tra gli uomini e l'ambiente circostante. Ad esempio, il ricavato della vendita di una delle sue sculture, nota come "Friendship Fish" è stato devoluto tutto in beneficenza a favore proprio di cause ambientaliste. Questi sono alcuni dei motivi per cui è anche stato un Giovane Artista Patrono dell'Unesco. "Support" sarà ammirabile per tutto il periodo della Biennale di Venezia, dal 13 maggio al 26 novembre 2017. #biennaledivenezia