Figli degli anni ottanta, masticatori di Big Babol. Per quelli che la musica l’ascoltavano nel Walkman, che smanettavano con il Joystick del Commodore 64, che si spaccavano la testa con il cubo di Rubik e collezionavano le action figures di He-Man e i dominatori dell’universo. Per tutti quelli che hanno sognato di sfrecciare sulle Freeway di Los Angeles in sella ad una Kawasaki KZ 1000, con stivali neri, guanti gialli e caschetto senza visiera. Che in bicicletta facevano inseguimenti al cardiopalma fingendo di essere Jon Baker e Frank Poncherello. Per tutti voi, è in arrivo il remake cinematografico di #CHiPs.

CHIPs, Dax Shepard sceneggiatore, regista e attore

I motociclisti della California Highway Patrol, Jon e Ponch, prenderanno vita in un nuovo film, ennesimo tentativo di resuscitare icone televisive anni ottanta, per darlo in pasto alle nuove generazioni che di quei serial forse non sanno nulla.

Pubblicità
Pubblicità

La colpa è di Dax Shepard, poco famoso attore americano, abituato a comparsate in serial TV e una manciata di film all’attivo, che dei nuovi CHiPs è sceneggiatore, regista e attore nella parte di Jon. Mentre Ponch avrà le fattezze di Michael Peña, visto, tra gli altri, in The Martian, Fury, World Trade Center e Leoni per Agnelli, di cui è protagonista.

Con CHIPs ennesimo tentativo di resuscitare una serie tv anni '80

CHiPs è solo l’ultimo, in ordine di tempo, adattamento cinematografico di una serie tv di successo di anni fa. Ci hanno già provato con Hazzard (2009), con Johnny Knoxville e Seann William Scott, che ha ricevuto 7 Razzie Award, tra cui peggior film, peggior attore e peggior regia, e questo la dice lunga sul valore della pellicola. Ci hanno ritentato con A-Team (2010), con Liam Neeson e Bradley Cooper, già meglio, visto anche il cast e la produzione, ma l’effetto nostalgia svanisce presto e affiora invece il senso di inopportunità.

Pubblicità

Nel 2012 è la volta di 21 Jump Street con Channing Tatum e Jonah Hill, remake del serial con Johnny Depp, che nel film fa una comparsata amichevole. Buon successo al botteghino e con un sequel all’attivo (23 Jump Street del 2014), ma che del serial originale ha ben poco. Spariti dai radar, per ora, Ralph Supermaxieroe e MacGyver di cui sono state annunciate le trasposizioni. E pensare che tutto era cominciato bene, con il Miami Vice di Michael Mann (Ali, Collateral, Insider), con Colin Farrell e Jamie Foxx. Film riuscito, ruvido, notturno, molto lontano dal serial originale, di cui Mann era creatore e direttore esecutivo, ma ben fatto e con un cast azzeccato.

CHIPs a luglio nei cinema italiani

Attendiamo quindi i nuovi CHiPs. La sfida è pericolosa perché Ponch - interpretato nell’originale da Erik Estrada - è un’icona dell’epoca, un personaggio rimasto indelebile nella mente dei numerosi fan della serie, quasi al pari di Fonzie di Happy Days. Nell’era della serialità, trilogie, sequel, prequel, spin-off, remake, saghe, supereroe otto (otto) Fast & Furiosi, ben vengano anche i CHiPs, ma rimane sempre quel senso sospeso di inutilità, di riciclaggio delle idee altrui, di sporcare qualcosa che è diventato un cult e il fatto che il film si svolga ai giorni nostri, invece di sforzarsi almeno di ricreare quegli anni, che per ambientazioni, musiche, abiti e contesti erano fantastici, fa capire che del serial originale, probabilmente, importava solo il nome.

Pubblicità

A luglio nei #Cinema italiani. #anni 80