Da qualche anno a questa parte il #Cinema italiano sembra aver dato segnali di risveglio non solo dal punto di vista qualitativo, ma anche da quello della varietà di generi e stili da offrire al grande pubblico grazie a registi giovani che hanno apportato una sana e necessaria ventata di novità. Dopo il grande successo de Lo Chiamavano Jeeg Robot, infatti, si è iniziato a parlare di #cinecomic "Made in Italy" e un'altra conferma di tale tendenza arriva da I Peggiori, opera prima dell'attore e regista salernitano Vincenzo Alfieri uscita nelle sale a partire dal 18 maggio. Un esordio arrivato dopo una lunga esperienza tra cortometraggi e web series, bagnato nel migliore dei modi grazie ad un film dinamico, divertente e, soprattutto, girato davvero bene e con una confezione quasi da film americano, cosa non scontata di questi tempi.

Pubblicità
Pubblicità

Nel cast de I Peggiori troviamo, oltre al già citato Alfieri, Lino Guanciale, Antonella Attili, Miriam Candurro, Biagio Izzo, Francesco Paolantoni, Tommaso Ragno e la piccola Sara Tancredi.

La trama

Massimo e Fabrizio sono due fratelli romani trapiantati a Napoli che cercano di garantire un futuro migliore alla sorella tredicenne Chiara, nonostante le difficoltà dovute all'arresto della loro mamma. Rimasti senza soldi e impegnati in lavori poco remunerativi, i due escogitano un'idea che li farà fruttare molti soldi, ovvero si trasformano in supereroi, creando un duo denominato "i Demolitori", che si muovo di notte tra le strade della città per sgominare i criminali. La loro fama cresce ma la popolarità, si sa, porta con sé tanti amici ma anche molti nemici scomodi.

Due Maradona vegliano su Napoli

Possono due supereroi avere la maschera di Maradona? Seguendo la tradizione e la letteratura a essi collegata la risposta sarebbe negativa.

Pubblicità

E invece è proprio questa la forza de I Peggiori e cioè quella di posare le proprie basi sul giusto mix tra le immagini e le figure degli eroi americani e i paesaggi e la quotidianità di una Napoli pittoresca e goliardica come suo solito, ma al tempo stesso oppressa da persone malvagie. Un'impostazione che se dal punto di vista tecnico e stilistico si traduce in atmosfere solari di giorno, cupe e dalla luci calde di notte, per quel che riguarda il versante della scrittura si esplica in una caratterizzazione forte e accurata dei personaggi e un ritmo incalzante e in crescendo.

Il resto, poi, viene fatto, da Vincenzo Alfieri e Lino Guanciale che formano una coppia sorprendente per tempi comici, affiatamento ed efficacia in scene d'azione che, per goffaggine e stravaganza, ricorda molto Kick -Ass.

Divertimento, azione e tante risate... insomma, I peggiori è un film assolutamente da non perdere. #Recensioni