#Neja, una delle regine incontrastate della italo dance anni '90 e 2000, che ci ha fatto ballare con hits come "Restless", "Shock", "The Game" (vincitore di Un Disco Per L'Estate 1999), "Singin' Na Na Na" , "Looking For Something" e tante altre ed ora è tornata alla ribalta con "Brother", un nuovo singolo ed un nuovo videoclip decisamente 'anomali' per una cantante che ha fatto della dance la sua carta vincente.

In realtà Neja non è affatto nuova ad esperimenti musicali lontani dalla #Musica 'da dancefloor', avendo all'attivo album più new classic ed acustici (come i validi "Acousticlub" e "Neja Vu"), ed io l'ho intervistata per voi proprio per parlarci di "Brother", singolo molto toccante e profondo (e lo si capisce già dal videoclip e dalle parole del testo), di tutto quello che ha in mente per l'imminente futuro e, soprattutto, se potremmo riascoltarla ancora in versione dance!

Ciao Neja! Brother, il tuo nuovo singolo, è probabilmente la tua canzone più intimistica e profonda. Cosa ti ha ispirata per il testo, la musica e il video?

Anni fa, una mia carissima amica ha perso tragicamente il fratello e da allora fa fatica a parlarne...

Pubblicità
Pubblicità

stavo cercando una tematica per questo brano e, mentre ero su Facebook, ho visto un suo post con la foto del fratello; così ho sentito di voler dar voce al suo dolore e di getto sono uscite le parole di 'Brother'. La musica è stata composta ed arrangiata dal giovane pianista Antonello Carboni e dal produttore Jois Audino di Torino, mentre il video è stato realizzato dalla Soldaout di Umberto Soldà.

Oltre 4 milioni di dischi venduti e numerose hits ti hanno consacrata una delle regine incontrastate dell'italo dance, eppure sei tornata alla ribalta con un genere musicale completamente diverso da quello a cui ci hai abituato per anni. Perché questa scelta?

Brother è, effettivamente, una canzone diversa da quelle a cui ho abituato il mio pubblico ma rappresenta in pieno quel lato più intimista e fragile che è parte di me.

Pubblicità

E, soprattutto, vorrei far comprendere ad apprezzare a chi mi segue una vocalità più matura e ricercata, che si sposa con brani musicalmente più elaborati come questo. Certo non significa che lascerò completamente da parte la Neja solare e "dance"!

Nel 2016, nonostante tu sia già un'artista affermata da quasi due decadi, hai deciso di partecipare alla quarta edizione di The Voice of Italy. Com'è stata l'esperienza di partecipare ad un #Talent show come concorrente quando si ha già una carriera?

In realtà mi hanno chiamata loro e io ho accettato perché volevo far vedere che sono ancora attiva musicalmente e, soprattutto, per far sentire al pubblico che so cantare anche altro oltre alla dance. Volevo anche conoscere da dietro le quinte questo ambiente dei talent show e, sinceramente, non mi è piaciuto per niente, soprattutto l'utilizzo del talento e dei sogni delle persone per fare audience.

Brother, il tuo nuovo singolo, è stato pensato per anticipare l'uscita di un nuovo album oppure è un progetto a sé?

Diciamo che è stato un "esperimento" o, comunque, un brano realizzato senza smania di successo o che diventasse a tutti i costi una hit.

Pubblicità

'Brother' è nato per amore della musica, così, genuino...sicuramente sto lavorando ad altri brani più pop, così come a progetti paralleli con musicisti strepitosi in stile new classic e ad un secondo capitolo di "Neja Vu".

Hai abbandonato per sempre la dance oppure un giorno ti riascolteremo con una nuova hit in discoteca?

Non è mia intenzione abbandonare la dance, anzi! A breve uscirà un brano decisamente estivo e nettamente più vicino alla Neja dance di 'Restless' e 'The Game': un ritorno dopo vent'anni con il mio storico produttore Pippo Landro ... la vita è piena di sorprese!

Se dovessi scegliere 3 hits del passato da consigliare a chi non ha avuto modo di viverle in quegli anni, quali consiglieresti loro e perché?

Sicuramente "Fragile" di Sting perché è un musicista che sperimenta molto e mi trasmette serenità e saggezza. "Why" per la voce calda di Annie Lennox, e "Vogue" per la poliedricità di Madonna.

Chi è Neja nella vita di tutti i giorni?

Neja è Agnese nella vita di tutti i giorni, mamma, amica, figlia, insegnante di canto, musicista e performer, tante sfaccettature che mi permettono di vivere la vita a pieno ritmo.

Una domanda che ci tengo sempre a fare e con la quale chiudo spesso le interviste, perché mi piace vedere cosa rispondono le persone è questa: qual è Il tuo motto di vita?

"La mia anima è una misteriosa orchestra", citazione di Fernando Pessoa, che si collega, appunto, alla risposta della domanda precedente.