"Meet in Green", una formula che mette insieme ambiente, cultura, economia, rendendoli una miscela ben congegnata di "appeal" territoriale. Lo scenario paesaggistico del Delta del Po, in provincia di Rovigo, è adattissimo a favorire questa direttrice di sviluppo che lega a sé il volano di un turismo non solo vacanziero, ma anche "business" attraverso l'organizzazione di meeting, workshop, #Eventi aziendali, culturali e sportivi. Ad imprimere il nuovo dinamismo per l'economia polesana è "Rovigo Convention Visitors Bureau", la cui coordinatrice è Cristina Regazzo con un partenariato ampio e solido di categorie produttive, soggetti istituzionali e associazioni culturali, riuniti e configurati giuridicamente come "rete di imprese".

Pubblicità
Pubblicità

Un passo avanti per la valorizzazione di un patrimonio di idee ed iniziative, che si va sempre più espandendo, è il riconoscimento di Rovigo e del Delta del Po come "Area Mab Unesco" ed in questo quadro dal 2 al 4 giugno 2017 il Delta ospita lo storico #raduno internazionale della Lambretta che, nata nel 1946 da una intuizione di Ferdinando Innocenti, compie nel 2017, 70 anni. Arriveranno 1800 lambrettisti dall'Italia, Gran Bretagna, Svizzera, Scozia, Austria, Polonia, Irlanda, Belgio, ma anche da Usa, Australia, Brasile, Vietnam. Una oceanica corsa in scooter dall'autodromo di Adria verso i principali centri del Delta rodigino per arrivare alla laguna veneta ed a Chioggia.

Con quali occhi si guarda al Polesine?

L'occasione della presentazione dell'evento avvenuta nella Camera di Commercio di Venezia, Rovigo Delta Lagunare, ha assestato la determinazione delle progettualità di Convention Visitors Bureau grazie alla presenza dei presidenti polesani di Confesercenti e Confcommercio Vittorio Ceccato e Stefano Pattaro, del direttore di Confindustria Rovigo Massimo Barbin e di altri esponenti del mondo delle istituzioni e della cultura.

Pubblicità

Alla riunione hanno partecipato anche il presidente nazionale della Lambretta Club, il campano di Paestum Giampiero Cola ed il collega consigliere milanese Vittorio Tessera. Entrambi hanno apprezzato il modello economico polesano fondato "sulla passione per il territorio e la straordinaria adesione in rete" indicandolo come stile da imitare "per le straordinarie capacità organizzative e la chiarezza di obiettivi condivisi".

"Meet in Green" significa studio rigoroso delle opportunità di incontro della domanda e dell'offerta elaborando pacchetti turistici che abbinino il contesto paesaggistico e le location storico-artistiche (ville e tenute rurali) ma anche i siti di archeologia industriale alla realizzazione di grandi eventi di formazione, team building, shooting fotografici, incontri tematici, one to one, e, perché no? Compleanni di manager. L'eccezionale manifestazione sportiva del raduno europeo della Lambretta Club segna un inizio di un fiume di azioni sinergiche che la terra fra Adige e Po è pronta a far decollare e che si concentreranno, in particolare, su due aree di interesse, l'industria alimentare e la medicina naturale.

Pubblicità