Quando mercoledì il sito Hollywood Reporter ha scritto che il nuovo film di #Quentin Tarantino racconterà la Family di Charles Manson, e in particolare l’assassinio dell’attrice Sharon Tate, sulla rete si è subito scatenato il toto-cast. Tra i nomi più quotati c’è sicuramente quello di Brad Pitt, che ha già lavorato con Tarantino in “Bastardi Senza Gloria”, e che pare sia molto interessato al nuovo progetto. E Samuel L. Jackson, che ha recitato in ben sei film diretti dal regista di “Pulp Fiction”. Mentre per la protagonista femminile sarebbero in lizza #Margot Robbie e #Jennifer Lawrence.

La storia

Del primo film di Tarantino ispirato ad una storia vera si sa ancora poco, se non che riprenderà gli omicidi commessi da “The Family”, la comune fondata dall’aspirante musicista Charles Manson che in pochi anni portò i suoi seguaci a compiere crimini sempre più efferati, culminati nell’estate del 1969 con il massacro in una villa di Beverly Hills di Sharon Tate, moglie del regista Roman Polanski, e di alcuni amici.

Pubblicità
Pubblicità

La Tate, allora incinta di otto mesi, fu torturata e uccisa a coltellate. Da allora la figura di Manson divenne il simbolo dell’aberrazione della cultura giovanile degli anni Sessanta, di quei figli dei fiori che predicavano pacifismo e amore libero. La sua storia è stata a più riprese raccontata da musicisti – come Axl Rose, Ozzy Osbourne o Marilyn Manson, il cui cognome d’arte è un riferimento a Charles – e cineasti. La serie TV del 2015 “Aquarius” con David Duchovny tentò di narrare, senza successo, le origini della Family. Lo stesso Quentin Tarantino è stato influenzato dalla figura del famoso criminale. Manson, infatti, si incise una svastica sulla fronte. In “Bastardi Senza Gloria”, il tenente Aldo Raine marchia i nazisti incidendo loro proprio una svastica sulla fronte.

Debra Tate contro Jennifer Lawrence

Sebbene le notizie sul film siano ancora frammentarie, Debra Tate, sorella di Sharon, ha voluto esprimere la sua opinione: “Non sono necessariamente contraria al progetto” ha dichiarato a TMZ, “ma mi interessa molto come Tarantino ritrarrà mia sorella, e vorrei sedermi con lui e parlarne”.

Pubblicità

Per quanto riguarda la scelta dell’attrice che interpreterà Sharon, Debra non ha dubbi: “Sia Jennifer Lawrence che Margot Robbie sono attrici molto affermate ma io sceglierei Margot, perché la sua bellezza e portamento sono simili a quelli di Sharon”. Per J.Law, invece, ha avuto parole molto dure: “Non ho una grande opinione di Jennifer Lawrence. Non ho niente contro di lei. Semplicemente, non è abbastanza bella per interpretare Sharon. È orribile da dire, ma ho i miei standard”. Debra poi, tenta di spiegare meglio il suo concetto: “La bellezza fisica non dovrebbe essere così importante, ma i sei anni di vita pubblica di mia sorella si sono basati sull’incredibile bellezza naturale del suo aspetto e del suo spirito. Ecco cosa cerco di catturare”.